Categorie
Luoghi da Visitare

Ciclo turismo in Val d’Aosta e nelle valli olimpiche

Aosta è il capoluogo della regione Valle d’Aosta, con una popolazione di 35.000 abitanti e rappresenta il centro nevralgico per esplorare alcune delle montagne più famose e dei paesaggi mozzafiato della zona. 

La Val d’Aosta è altresì famosa per le sue cime innevate del Cervino, del Monte Bianco, del Monte Rosa e del Gran Paradiso e sono presenti anche diverse importanti stazioni sciistiche qui tra cui Pila, La Thuile, Courmayeur e Cervinia.

Anche coloro che hanno la passione per il ciclo turismo, troveranno in Val d’Aosta terreno fertile per la loro passione.

Potrete trascorrere una giornata nel bike park naturale di La Thuile, tappa obbligata per tutti gli appassionati di mountain bike enduro. Si tratta di un bike park naturale di livello mondiale con alcuni dei migliori percorsi alpini che potresti desiderare di percorrere pedalando.

Potrai anche recarti a Pila e vedere alcuni dei sentieri e delle creste più affascinanti da percorrere in questa destinazione iconica. Avrai la possibilità di pedalare nel bike park e scalare le vette mettendo chilometri nelle gambe e allenando fisico e mente.

Saranno delle pedalate davvero epiche su questi percorsi incredibili!

La Valle d’Aosta, scenario ideale per chi ama le due ruote

La Valle d’Aosta è una vasta area di bellezze naturali, enormi catene montuose e paesaggi mozzafiato.

Nel corso dei secoli, ancor prima che i Romani usassero Aosta come porta d’accesso alle Alpi, uomini e bestie hanno utilizzato le montagne per navigare e coltivare. Alcuni di questi antichi percorsi sono rimasti com’erano, altri si sono evoluti con l’introduzione delle biciclette e sono diventati percorsi da fare almeno una volta nella vita. Tuttavia, agli appassionati di mountain bike, è stato lasciato un tesoro di opportunità per divertirsi ed esplorare uno dei luoghi più belli che si possa desiderare di solcare in sella ad una bici.

La Thuile – Enduro Naturale

La Thuile ha ospitato l’Enduro World Series nel 2014, nel 2016 e più recentemente nel 2018. Uno degli eventi preferiti dai ciclisti ogni anno è segnato in rosso sul calendario e questa località è l’epicentro della mountain bike da enduro.

Un meraviglioso villaggio situato appena oltre la catena del Monte Bianco che, con i suoi panorami pittoreschi e il tranquillo stile di vita alpino italiano, ti faranno provare la sensazione di essere tutt’uno con la natura e con le montagne selvagge che ti circondano.

Il parco è presentato come un luogo naturale per biciclette e non c’è una roccia o una radice che non sia stata messa lì dalla natura. I percorsi sono tecnici e impegnativi, veloci e gratificanti. Ci sono 2 piste blu considerate facili e che hanno alcune curve artificiali mentre il resto è tutto naturale, impegnativo e adatto a tutti i livelli di preparazione. Servito da due seggiovie che ti portano fino a un’altezza di 2200 m, è tutto incentrato su percorsi argillosi, curve a fondo aperto, discese ripide e rocciose.

Pila – Più di un bike park

Pila è nota per i tracciati piatti, le curve polverose e i salti. Ha ospitato una Coppa del Mondo UCI nel 2005 e ha ospitato molti Campionati Italiani e prove IXS nella sua storia. Incredibilmente divertente su qualsiasi tipo di bici orientata alla gravità, vale sicuramente la pena fare un giro su questi sentieri se non l’hai mai fatto prima.

Creste esposte, discese folli e lunghe che attraversano un’incredibile varietà di terreni sulla famosa terra di polvere di luna di Pila, che funziona altrettanto bene sul bagnato che sull’asciutto!

Pila è una piccola località sciistica in inverno appositamente costruita , situata in cima alla funivia Aosta-Pila. Offrendo viste epiche sulla vivace città sottostante e sull’incredibile catena montuosa oltre, la guida qui è impegnativa, veloce e ha una varietà di scenari che è difficile trovare altrove.

Un po’ meno “tradizionale e naturale” di La Thuile, i sentieri qui mostrano le caratteristiche dell’ alta montagna e inizierai a vedere meno alberi e più roccia man mano che l’altitudine sale a 3000 m.

Le valli olimpiche: Torino 2006

Anche le Valli Olimpiche piemontesi, l’arco alpino costituito dalle Valli di Susa, del Sangone, del Pinerolese, Chisone, Germanasca e Pellice, costituiscono lo scenario naturale che ha fatto da sfondo alle grandi imprese dei XX Giochi Olimpici. In queste valli, in una natura dai mille volti che va dai laghi fino ai boschi e alle pareti di roccia, la grande avventura olimpica ha regalato sulla neve le emozioni più forti.

Oltre agli inevitabili sport legati alle attività invernali e a tutte le discipline da svolgere sulla neve, questi scenari incantati si prestano anche a sport legati al mondo delle biciclette in tutte le sue varianti. MTB, Endurance, Mountan Bike per tutti coloro che, da appassionati delle due ruote, desidereranno percorrere gli affascinanti comuni di Bardonecchia, Cesana-San Sicario, Pragelato, Sauze d’Oulx e Sestriere. 

Lascia un commento