Visitare Bologna in primavera e dove soggiornare.

visitare bologna in primavera e dove soggiornare

Bologna è una rinomata città turistica, nota per le sue bellezze architettoniche e la caratteristica rete di portici che percorre tutto il centro storico, ma anche una nota città universitaria che richiama studenti da tutta Italia. Per il soggiorno consigliamo un residence a Bologna nel centro storico, che consente di soggiornare in modo comodo e senza restrizioni per brevi o lunghi periodi.

La stagione migliore per visitare la città di Bologna è la primavera, e questo per due ragioni fondamentali: la prima è climatica, in quanto, data la sua posizione a ridosso degli Appennini, è caratterizzata da un clima freddo e umido in inverno e caldo e afoso in estate, rendendo quindi la mezza stagione, il periodo più piacevole per le visite; la seconda riguarda le manifestazioni che si tengono in città in questo periodo.

La maggior parte dei residence in centro a Bologna sono collocati entro le mura perimetrali o nelle immediate vicinanze e offrono monolocali, bilocali o trilocali totalmente equipaggiati e a prezzi ottimi rispetto alle soluzioni in hotel. Essi dispongono normalmente di servizi adeguati per soddisfare le esigenze di tutte le tipologie di clienti: sale studio per gli studenti ma anche uffici temporanei adatti a chi si reca in città per fiere o eventi congressuali; piccole sale riunioni; connessione wi-fi negli appartamenti; servizi di pulizia, cambio biancheria e lavanderia: talvolta c’è la palestra o la piscina a disposizione per piacevoli momenti di relax.

Tra le attività imperdibili in primavera, come ogni anno il FAI (Fondo per Ambiente Italiano) apre a Bologna numerose attrazioni d’interesse storico e culturale, spesso meno note e visitate rispetto a siti più blasonati: si parte dal Palazzo Comunale di Piazza Maggiore, edificio il cui primo nucleo risale al 1287 e che custodisce memorie delle vicende storiche e politiche della città, che si situa poco distante dal Museo Civico Archeologico, gli scavi di Sala Borsa, il teatro romano di via Carbonesi e il Palazzo del Monte, ricco di dipinti, stucchi, affreschi e bassorilievi e impreziosito da uno stile architettonico che rimanda a Luigi XVI.

In primavera ci sono anche numerose iniziative dedicate ai bambini: la più nota è la tradizionale fiera del libro per ragazzi, oltre a due eventi per avvicinarli al mondo dei musei: “Pop for kids”, Presso la Galleria d’Arte Contemporanea Spazio San Giorgio, che realizza workshop per i più piccoli e “Io sto al museo”, dove i bambini tra i cinque e gli undici anni possono divertirsi partecipando ai laboratori didattici loro dedicati. Una breve vacanza in famiglia deve quindi coniugare una visita a misura di bambino a una soluzione di alloggio comoda, per questo motivo il residence è particolarmente indicato a loro e alle esigenze dei genitori.

Leave a Reply