Viaggiare in auto con il Car pooling

Viaggiare in auto fino a poco tempo fa sembrava essere la cosa più normale del mondo, ora è diventato un lusso, per un’auto di media cilindrata un pieno di benzina costa 80 euro, diesel circa 60 euro e con il gas auto ci vogliono 40 euro per un pieno. Fosse solo questo il costo! C’è poi il bollo auto, i pedaggi e l’assicurazione. Per fortuna almeno in questo ultimo campo risparmiare è possibile perché il mercato assicurativo, rispetto al bollo auto che è determinato con legge in base alla potenza dell’auto e a differenza dei carburanti il cui prezzo è determinato in gran parte dal costo del petrolio e dalle imposte applicate che non permettono grandi differenze di prezzo tra i vari distributori, permette la libera concorrenza e ciò genera delle oscillazioni anche elevate tra le varie compagnie di assicurazione. Ciò vuol dire che è possibile trovare una polizza auto economica cercando con i comparatori on line come comparameglio.it il preventivo più basso.

Ma questo non è il solo modo per risparmiare perché in Francia è già boom, mentre in Italia sta ancora decollando, il car pooling ovvero un metodo per dividere le spese di viaggio.
L’idea è stata di Frederic Mazzella diplomato in Fisica alla Scuola normale superiore di Parigi e già collaboratore della NASA in Giappone. In ritorno a casa per le vacanze di Natale ha una brutta esperienza in treno e da lì l’idea geniale di fare dei passaggi in auto la normalità. Nasce così blablacar, un sito internet in cui è possibile chiedere passaggi per viaggiare dividendo le spese, oppure offrire dei passaggi in cambio della contribuzione alle spese. Nessuno pensi di poter trarre ulteriori profitti perché la Corte di Cassazione ha stabilito che chiedere qualcosa in più integra il reato di trasporto commerciale clandestino. Nelle spese è compreso solo il costo del carburante e l’eventuale pedaggio.
Chi stabilisce il prezzo? Questa è una forma di sicurezza perché il prezzo è stabilito dal sito in base al percorso e questo implica una certa chiarezza nelle tariffe

Il risultato è di sicuro stupefacente al punto che blablacar negli ultimi anni è risultata essere la migliore start up e conta oltre tre milioni di iscritti.
Blablacar pur essendo il primo sito che offre il servizio di car pooling non è l’unico, oggi in Italia sono presenti anche altri tre siti in cui è possibile aderire a servizi simili, c’è anche carpooling.it , yuotrip.it e roadsharing.com.

Ma quali sono i vantaggi?
E’ ovvio che viaggiare in tre piuttosto che da soli implica un risparmio notevole, ma oltre questo ci si può accordare sugli orari di partenza, si può dividere sia l’andata sia il ritorno e si viaggia in compagnia, in ultimo ma non sicuramente meno importante, viaggiare insieme è una scelta ecocompatibile, si abbattono le emissioni di CO2.
Qualcuno penserà, ci si mette un estraneo in auto e si condivide anche un lungo viaggio. In realtà il sito permette di scegliere tra le varie persone con schede personali, le stesse sono comprese di foto, lavoro, insomma dai dati forniti si può provare a capire se la persona che vuole viaggiare con noi sia o meno affidabile.

Leave a Reply