Valnerina da amare, in viaggio tra abbazie e cascate

Quando si viaggia in Umbria ci si aspetta di trovare una regione verde, silenziosa, mistica dove la natura ha ancora il sopravvento sul cemento ed il turismo mordi e fuggi non ha ancora (e fortunatamente)  attecchito. Scegli di vivere qualche giorno l’Umbria quando vuoi rallentare i ritmi, vuoi ritrovare serenità, quando vuoi essere accolto e coccolato come un amico di famiglia, non spennato come il solito turista frettoloso.

In Umbria e soprattutto nella Valnerina il turismo ha il volto dei piccoli paesini medievali arroccati lungo le sponde silenziose e fresche del fiume Nera che da Terni risale verso i monti Sibillini dove ha origine.  L’ultimo tratto della Valnerina, in provincia di Terni, ha dato vita non da molti anni, al Parco del Fiume Nera che include Ferentillo, Arrone e si allunga fino alla Cascata delle Marmore e poi Terni. Neanche trenta chilometri di strada statale costeggiata dalla via Francigena che porta fino a Roma e della Green Line del Nera da percorrere in bici o a piedi nella tranquillità più assoluta.

Oltre alla Cascata delle Marmore, la più alta d’Europa, l’altra chicca della bassa Valnerina è senza dubbio l’Abbazia San Pietro in Valle, tre chilometri da Ferentillo. Uno splendido monastero benedettino del XII secolo con chiesa abbaziale risalente addirittura all’VII secolo che conserva ancora preziosi affreschi pre-giotteschi e sarcofagi romani. Un gioiellino incastonato su uno sperone del monte Solenne, protetta dal disabitato castello di Umbriano, circondato dal verde intenso e denso del rigoglioso bosco di querce e lecci.

Dall’abbazia partono altri sentieri che risalgono il monte Solenne e che scendono verso il fiume Nera per raggiungere Ferentillo o Scheggino ed incrociare altri itinerari. Ma c’è una piacevole sorpresa per chi vuole regalarsi qualche giorno di relax e benessere. All’Abbazia San Pietro in Valle troverete una Residenza d’Epoca  pronta ad aprirvi le sue porte e farvi innamorare del suo chiostro romanico, del suo splendido giardino panoramico o dell’armonico loggiato. E’ possibile alloggiare nelle confortevoli camere all’interno dell’antico monastero, ricche di suggestione e fascino. Fare colazione nell’antico refettorio con pavimento in pietra rosa e volta a botte che vi invita ad assaporare con calma i dolci e le marmellate fatte in casa, i formaggi e salumi della Valnerina, il pane fresco ed i profumati cornetti integrali, uova sode e frutta di stagione. Un momento magico per iniziare ogni giornata nel migliore dei modi, perdendo la cognizione del tempo, riscoprendo sapori, odori, forme e colori inusuali ed indimenticabili.

La ciliegina sulla torta di una vacanza in completo relax alla Residenza d’Epoca Abbazia San Pietro in Valle è la suite benessere, una suggestiva stanza riservata esclusivamente alla cura di se stessi, con vasca idromassaggio e sauna dolce a vostra completa disposizione su prenotazione, magari prima di un massaggio rilassante o di un trattamento di bellezza.

Splendida location anche per matrimoni, con la chiesa abbaziale consacrata ed il ristorante interno, ma c’è anche la possibilità di portare il proprio catering. Ovviamente per preservare la quiete e la tranquillità degli ospiti, le coppie che scelgono l’Abbazia San Pietro in Valle per festeggiare il giorno più importante della loro vita, hanno l’esclusività della struttura con molti altri servizi ed agevolazioni.

I primi clienti dell’hotel, nel lontano 1999, furono dei  gruppetti di camminatori inglesi che venivano in Umbria alla scoperta della selvaggia e sconosciuta Valnerina forniti di assicurazione vacanze e guida madrelingua. Nel tempo la splendida Residenza Storica Abbazia San Pietro in Valle, grazie anche al positivo passaparola tra i vecchi e nuovi clienti, ha conquistato anche gli italiani e resta tutt’ora un luogo mistico ed incantato, capace di regalare emozioni ed affascinare viaggiatori e viandanti di ogni età.

Leave a Reply