Vacanze a Lecce? Approfittane per scoprire il borgo di Acaya

Un luogo salentino degno di visita è proprio il borgo di Acaya, unica città fortificata presente nell’Italia meridionale.
É popolata da circa 450 anime ed è una frazione di Vernole.
Si trova poco distante da Lecce ed è completamente immersa nella natura: è quindi il posto ideale per arricchire le proprie conoscenze culturali rilassandosi dal solito rumore cittadino.

La Struttura Interna

In antichità era circondata da un grande fossato, protetta da alte mura dotate di feritoie di difesa e osservazione.
La particolarità di questo borgo era la progettazione geometrica delle vie, molto avveniristica per l’epoca, costituita da 7 strade dritte che si intersecavano con altre tre trasversali.

Punti di Accesso

L’unico punto di accesso a questo borgo è la porta a Sud, sopra la quale sono ancora presenti gli stemmi della famiglia Spagnoli che vissero qui: gli spagnoli Acaya, i De’ Monti e i Vernazza (nel 1792 fecero erigere la statua del patrono della città, ossia S. Oronzo).

Cosa Vedere ad Acaya

  1. Il Castello di Acaya: edificio costruito nel 1500, in passato era attorniato da un grande fossato.
    É  stato ristrutturato e modificato dall’architetto militare Gian Giacomo d’Acaya; in suo onore la città cambiò il nome da Segine ad Acaya.
    All’interno si trovano ancora un cortile e una scuderia, dentro la quale sono ospitati i resti di un frantoio di pietra.
    Il piano superiore è accessibile tramite una scala e qui attirano una sala di forma esagonale dove sono presenti due fregi raffiguranti le effigi di Maria e Alfonso dell’Acaya.
    Durante una ristrutturazione è stato inoltre scoperto un affresco del 1300 perfettamente conservato raffigurante la morte di Maria assistita dagli apostoli e con Gesù che accoglie la sua anima per presentarla a Dio.
    Il luogo di ritrovamento di quest’opera d’arte era un’antica chiesa bizantina.
  2. Chiesa della Madonna della Neve: è stata costruita nel 1420 sulla base di una chiesa medievale pre esistente.
    Di questo edificio sono però rimasti in piedi solamente il campanile e la sacrestia.
  3. Convento dei Minori osservanti: edificio dedicato a S. Antonio costruito per volere di Gian Giacomo d’Acaya poichè uno dei suoi figli faceva parte di quest’ordine religioso.
    Attualmente si trova in condizioni diroccate.

Giocare a Golf ad Acaya

Acaya oltre che per le sue bellezze architettoniche è nota anche per essere la sede di uno dei campi da golf più belli di tutti la Puglia: Acaya Golf Club (www.acayagolfclub.com).

Sul manto erboso del green, sono dislocate 18 buche, in uno scenario davvero mozzafiato dove il paesaggio mediterraneo si mescola con le enormi praterie, piccole cascate e ruscelli.

Un’occasione unica da non perdere per giocare sull’unico campo da golf della provincia di Lecce.