Taranto, Questa Sconosciuta

Taranto, Questa Sconosciuta

Taranto è fra le più antiche e importanti città della Puglia e offre ai turisti molti affascinanti tesori da scoprire, spesso sconosciuti e inesplorati. Se ti stai chiedendo “Taranto cosa vedere“, posso darti alcuni utili suggerimenti per godere al meglio delle sue bellezze.

Situata sul Mare Jonio, a cavallo tra Mare Grande e Mare Piccolo, separati dalla penisola della Penna, Taranto ha da sempre legato la sua storia e la sua economia a intensi traffici marittimi.

Naturalmente l’affaccio diretto sul mare tendeva anche ad esporre più facilmente la città agli attacchi dei temibili pirati saraceni, il che ha portato alla costruzione, nel XV secolo, dell’imponente Castello Aragonese di Taranto, efficace baluardo difensivo per la sicurezza della città.

15096500134_dd61b58908_k

Taranto conserva ancora oggi un nucleo antico, posto su un isolotto collegato alla città moderna dal famoso Ponte Girevole o Ponte di San Francesco di Paola, uno dei simboli della città e di esempi di cosa vedere a Taranto.

Ti consiglio di non perderti la millenaria Cattedrale di San Cataldo: forse non tutti sanno che è la più antica della Puglia e, anche se riconoscibile da una sontuosa e decorativa facciata barocca, affonda le sue origini in epoca medievale ed ancora oggi conserva tracce del suo primitivo assetto romanico.

Le graziose stradine della città antica costituiscono un interessante intrico da percorrere ed esplorare e rappresentano una sorta di “isola nell’isola”, dalla fisionomia molto caratteristica e peculiare.

Se ami passeggiare il posto ideale per te è il lungomare, che si trova proprio nelle vicinanze del Ponte Girevole: offre anche una vista molto bella del Castello Aragonese e, soprattutto all’ora del tramonto, diventa uno scenario perfetto per camminate romantiche; è inoltre ricco di locali e ristorantini, dove gustare l’ottima cucina pugliese.

Uno degli aspetti più affascinanti di Taranto e forse anche meno conosciuti è la convivenza, al suo interno, di antichità e modernità, come se questa antica città, fondata dagli Spartani, non si sia mai rassegnata a restare ferma nella storia, muovendosi sempre verso il cambiamento e l’evoluzione.

A proposito di modernità, tra cosa vedere a Taranto ti suggerisco anche la Concattedrale Madre di Dio, che sorge nella parte nuova della città e si impone allo sguardo per il suo aspetto a dir poco inedito ed originale.

La Concattedrale è stata inaugurata alla fine degli anni Sessanta del secolo scorso e la sua forma particolarissima si ispira a quella di una vela, in omaggio alla tradizione marinara che ha sempre contraddistinto la storia di Taranto.

Non dimenticare inoltre che Taranto ospita anche un importante museo archeologico, dove si espone una delle più prestigiose raccolte di antichi manufatti del periodo della Magna Grecia: in particolare sarai abbagliato dalla bellezza dei celebri ori di Taranto.

La nascita del Museo Archeologico Nazionale risale alla fine dell’Ottocento: esso documenta non solo la storia di Taranto ma offre importanti reperti archeologici provenienti da varie zone della Puglia.

Il museo comprende ben venticinque sale, dove i reperti sono ordinati cronologicamente dalla fase neolitica a quella bizantina: fra essi potrai ammirare anche la famosa tomba dell’Atleta di Taranto.

Se ami la natura e ti piace conoscere le più diverse specie di flora e fauna, ti basterà recarti all’Oasi Palude “La Vela”, area protetta ubicata sulle sponde del Mar Piccolo.

Farai la conoscenza di svariati uccelli, come gru, fenicotteri, cicogne e falco pescatore. Molto comuni anche i rettili e gli anfibi, mentre tra i mammiferi ti segnalo scoiattoli, istrici, faine, volpi, tassi, cinghiali e ricci.

Come avrai già immaginato, anche se Taranto non è tra le città più famose e conosciute, è un posto tutto da visitare e da vivere e offre nei dintorni anche meravigliose spiagge, perfette per gli appassionati del mare.

Leave a Reply