Taormina: il tour dei musei

Taormina: il tour dei musei

Visitare Taormina non vuol dire solo immergersi in un clima di eleganza, in una location da favola, vuol dire anche scoprire il suo patrimonio artistico e archeologico, davvero notevole. Esistono diversi musei in città che vi permetteranno di scoprire le antiche origini della città. Ma prima di iniziare questo tour è bene prenotare un albergo a Taormina centro, magari sul corso Umberto, per iniziare fin da subito il giro della città.

La visita dei musei inizia con Palazzo Corvaja, sede del Museo Siciliano di Arte e Tradizioni Popolari di Taormina, in cui è possibile ammirare reperti risalenti al periodo tra il XVI e il XX secolo, e appartenenti all’artigianato tipico siciliano.
Il Museo nasce grazie al contributo di Giovanni Panarello, il quale ha messo a disposizione la sua collezione privata, da altri appassionati del settore e grazie anche al sindaco Mario Bolognari che ha reso disponibile Palazzo Corvaja.
All’interno del museo si trovano due sale, il Salone del Quattrocento, in cui sono esposti parti di carretti siciliani, ceramica calatina e sculture votive, e la Sala del Trecento che invece contiene alcune teche con soggetti di tipo religioso e dipinti, sempre a tema religioso, che risalgono al periodo compreso tra il XVI ed il XIX secolo. Tra le due sale vi è un corridoio di collegamento in cui è possibile ammirare dipinti su vetro e ceramiche ottocentesche, destinate al mercato dell’isola.

Il tour dei musei continua con la visita dell’Antiquarium del Teatro Greco-Romano, posto in prossimità del Tempietto Romano, nel quale è possibile ammirare reperti archeologici recuperati nella zona del teatro e di altri monumenti di Taormina. Il museo consta di due stanze, ricavate all’interno della casa del vecchio custode. Vi si trovano all’interno delle epigrafi e delle iscrizioni degne di nota, che coprono il periodo dal 150 a.C. sino all’epoca imperiale Romana.

Tra i musei da visitare vi è il Museo Archeologico di Taormina situato all’interno della trecentesca Badia Vecchia, sorta attorno ad un’antica torre di difesa e meraviglioso modello di architettura gotica trecentesca. Il museo custodisce reperti rinvenuti durante gli scavi effettuati fra il 1984 ed il 1998. E’ possibile ammirare reperti di epoca ellenistica, ceramiche romaniche e maioliche e protomaioliche dal XIII secolo in poi.

Oltre ai musei, Taormina è una cittadina da vivere intensamente per la sua storia, per la sua arte, per la splendida location, per l’accoglienza dei suoi abitanti e per l’ottima gastronomia. Scegliere un ristorante a Taormina non è cosa difficile dato l’alto numero di locali, trattorie e ristoranti eleganti presenti in città e facilmente prenotabili anche online.

Leave a Reply