Roma: una visita a Piazza di Spagna

Roma: una visita a Piazza di Spagna

Piazza_di_Spagna Roma

Uno dei luoghi simbolo di Roma è, indubbiamente, Piazza di Spagna con la scalinata di Trinità dei Monti. Scenario di numerosi film, luogo da cartolina ammirato ed amato da ogni visitatore che la Città eterna ha avuto. Un b&b a Roma centro sarà il modo migliore per iniziare la vostra visita della capitale senza lo stress dei mezzi pubblici.

La piazza prende il nome dal palazzo di Spagna, la sede dell’ambasciata dello stato iberico presso la Santa Sede.

La scalinata, conta 135 gradini e venne inaugurata da papa Benedetto XIII per il Giubileo del 1725 al fine di collegare l’ambasciata borbonica spagnola con la chiesa di Trinità dei Monti. Si discusse a lungo su come urbanizzare il pendio sul lato del Pincio e venne scelto il progetto di Francesco De Sanctis: una scalinata con terrazze-giardino.

Oltre alla scalinata, sono diversi i monumenti e gli edifici che si affacciano sulla piazza.

Innanzitutto va citata la Fontana della Barcaccia opera realizzata nel 1627 da Pietro Bernini e dal notissimo figlio Gian Lorenzo su incarico di papa Urbano VIII. Per risolvere il problema della scarsa pressione dell’acquedotto dell’Acqua Vergine (da cui la fontana era servita), Bernini progettò una barca semisommersa in una vasca ovale posto un po’ sotto del manto stradale. Questa fu la prima fontana interamente concepita come una scultura.

La casa-museo in cui visse John Keats, il poeta inglese che qui morì nel 1821. All’interno del museo, che celebra anche Percy Bysshe Shelley, si trovano libri ed oggetti relativi al Romanticismo inglese.

Altro luogo storico è la sala da tè Babington’s fondata nel lontano 1893 da Isabel Cargill ed Anna Maria Babington al fine di fornire, ai numerosi anglosassoni presenti a Roma, un luogo ove sentirsi a casa. Le sale presentano tuttora un aspetto ottocentesco ed è possibile gustare circa trenta varietà di te oltre a prodotti culinari di tradizione inglese.

Il Palazzo di Propaganda di Fide, proprietà della Santa Sede. Per la realizzazione del palazzo, uno dei più importanti edifici barocchi romani, venne, inizialmente, contattato Gianlorenzo Bernini ma, papa Innocenzo X, gli preferì Francesco Borromini a cui si deve la bella facciata modulata da paraste e con l’alternanza di finestre concave e convesse. Dinanzi ad esso s’innalza la colonna dell’Immacolata Concezione (1856).

La Chiesa di Trinità dei Monti, la cui costruzione inizirò fra il 1502 ed il 1519 (in stile gotico), venne ampliata su opera di Giacomo della Porta e Carlo Maderno. Al suo interno è possibile ammirare gli affreschi di Daniele da Volterra, quelli di Perin del Vaga e di Giovanni Battista Naldini.

Piazza di Spagna è solo uno dei luoghi da visitare e degli splendidi tesori che Roma offre a chi voglia conoscerla. La Città Eterna dispone di un sistema ricettivo variegato. Tra bed and breakfast a Roma Vaticano e b&b al centro di Roma nei pressi dei monumenti più importanti c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Il Turistico

Il Turistico è un sito che raccoglie le migliori esperienze e recensioni su viaggi e vacanze.

Leave a Reply