Roma gratis: 10 consigli

Certamente le attrattive più famose della Capitale come il Colosseo e i Musei Vaticani, richiedono il pagamento dei vari biglietti di ingresso che possono essere anche molto elevati! Ecco allora qualche dritta per ovviare il problema se si dispone di un budget non così alto!

1) Colosseo e Fori

Non darà certamente la stessa sensazione di imponenza, ma si potrà godere di una vista mozzafiato sull’intera area dei Fori recandosi sulla terrazza panoramica del Campidoglio. Non si pagherà il biglietto d’ingresso, ma si avrà letteralmente ai propri piedi l’intera Roma Imperiale: dall’arco di Settimio Severo al Colosseo, dalle Basiliche alla Curia, dalla via Sacra alla casa delle Vestali.

Fori Romani dall'alto 2

(Veduta dall’alto dei Fori. Fonte: L’Asino d’Oro)

2) Amanti dell’arte? Andate per chiese!

Roma ha una quantità smisurata di chiese e basiliche all’interno delle quali si potranno ammirare capolavori assoluti della storia dell’arte. Qualche esempio? Le tele del Caravaggio custodite all’interno delle chiese di Santa Maria del Popolo, di Sant’Agostino e San Luigi dei Francesi. Michelangelo è invece presente con il suo Mosè in San Pietro in Vincoli o con la Pietà in San Pietro. E certamente meno famosi, ma meritevoli di visita sono anche le pitture prospettiche di Del Pozzo in Sant’Ignazio: primo esempio 3D della storia!

3) Musei gratuiti

Meno noti certamente ma non per questo meno interessanti. Per gli amanti dell’archeologia e della storia romana, consigliamo il Museo della Via Ostiense allestito all’interno di Porta San Paolo. Il Vittoriano con la tomba del Milite Ignoto, il sacrario militare delle Bandiere, il Museo Centrale del Risorgimento e lo spazio espositivo per l’arte moderna e contemporanea che offre sempre qualche mostra curiosa e interessante da poter visitare. E ancora qualche museo poco conosciuto perfino dai romani, come il Boncompagni Ludovisi per andare alla scoperta di tutti i segreti di un’antichissima famiglia nobiliare romana o il Museo del Bucardo se il teatro è la vostra passione. E se capitate a Roma a fine mese, ricordatevi che i Musei Vaticani sono gratuiti l’ultima domenica di ogni mese!

DSCN0047

(Museo della Via Ostiense e Piramide Cestia. Fonte: L’Asino d’Oro)

 

 

4) Punti panoramici

Per i più romantici, consigliamo di recarsi alla famosissime terrazze cittadine. Uniche nel loro genere, offrono una vista su Roma sconfinata. Le più celebri sono certamente la terrazza del Pincio che si affaccia su piazza del Popolo e quella sul Gianicolo, ma non è da trascurare per esempio la terrazza all’interno del Giardino degli Aranci sull’Aventino.

5) Curiosità prospettiche

Se l’architettura è la vostra passione invece, alcuni punti in città offrono simpatici scorci e giochi illusivi. Quali? Il famoso buco della serratura del portone della Villa del Priorato di Malta all’Aventino da cui si può ammirare il cupolone di San Pietro, o ancora via Piccolomini per un giochino molto simpatico con protagonita sempre la nostra cupola: più vi avvicinate, più lei si allontana; se indietreggiate, la cupola vi sembrerà invece ancora più grande e più vicina! Non male eh?

6) Piazze piazze e ancora piazze

Roma è un museo a cielo aperto e moltissimi sono i capolavori che si possono ammirare semplicemente passeggiando. Il Bernini e la sua portentosa Fontana dei Quattro Fiumi a piazza Navona, la famosissima scalinata di Trinità dei Monti, la meravigliosa Fontana di Trevi, la splendida sistemazione del Valdier a piazza del Popolo, Michelangelo al Campidoglio, insomma…chi più ne ha più ne metta!

Piazza di Spagna

(Piazza di Spagna e scalinata di Trinità dei Monti. Fonte: L’Asino d’Oro)

7) Arte moderna

Merita certamente una visita per gli amanti dell’arte moderna e contemporanea anche il quartiere Coppedè. Defilato e lontano dal centro cittadino, ma la sua architettura orginale e bizzarra vi sorprenderà catapultandovi all’interno di un mondo fantastico popolato da esseri mitologici e figure simboliche.

Particolare della Torretta del Villino delle Fate

(Particolare della Torretta del Villino delle Fate, quartiere Coppedè. Fonte: L’Asino d’Oro)

8) Parchi e ville

Per riposare dopo tanto camminare e visitare, si possono scegliere varie location. I parchi a Roma non sono solo oasi di pace immerse nel verde, custodiscono anzi tesori artistici molto preziosi. Primi fra tutti quelli all’interno del parco di Villa Borghese come il Giardino del Lago caratterizzato da un romantico isolotto artificiale su cui domina il Tempietto di Esculapio o gli altri numerosi edifici presenti al suo interno tanto da aver portato la villa ad essere definita “Parco dei Musei”. E ancora villa Doria Pamphilj con il Casino del Bel Respiro, sede di rappresentanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri o il parco di Villa Celimontana al Celio arricchito da numerosi pezzi della collezione Mattei sparpagliati nei giardini tra cui spicca anche l’obelisco di Ramses II.

9) Isola Tiberina

Una passeggiata sull’unica isola del fiume Tevere non può mancare. Su una superficie così ridotta, sono presenti millenni di storia. Abitata e frequentata fin dall’epoca romana, non ha mai smesso di rappresentare il punto di collegamento e passeggio tra le due sponde del fiume. Un gioiello più unico e raro da cui è possibile ammirare anche la straordinaria opera ingegneristica dei muraglioni del Tevere che dalla fine del 1800 proteggono la città dalle inondazioni.

10) Memoria storica

Una passeggiata all’interno del quartiere ebraico che papa Paolo IV istituì come ghetto vero e propio nel 1555 e che fu smantellato definitavamente solo a fine ‘800. Teatro di atrocità e soprusi per moltissimi secoli, oggi il ghetto splende e torna ad essere vivo e frequentato grazie agli sforzi della comunità ebraica che in seguito alla deportazione del 16 Ottobre 1945 ha voluto qui ritornare a risiedere per non dimenticare.

La Sinagoga

(La sinagoga nel Ghetto. Fonte: L’Asino d’Oro)

Autore: L’Asino d’Oro Associazione Culturale

L'Asino d'Oro

L’Associazione Culturale “L’Asino d’Oro” nasce nel 2013 dall’incontro di tre giovani archeologi con la passione per Roma e l’Antico Oriente. Organizziamo ogni giorno visite guidate e passeggiate per andare alla scoperta di tutti i tesori artistici della Capitale, perché crediamo moltissimo nella promozione e nella diffusione della cultura.

Leave a Reply