Qualche proposta per il fly and drive

Se si ha voglia di cimentarsi in un viaggio fly and drive negli Stati Uniti, sono molte le opzioni che meritano di essere prese in considerazione: per esempio, si può pensare di regalarsi un tour della California e dei suoi parchi o, in alternativa, di provare la classica esperienza coast to coast.

Nel caso in cui si scelta il fly and drive dei parchi della California, dopo l’arrivo all’aeroporto di San Francisco si può rimanere in città per un paio di giorni per andare alla scoperta della sua baia e della Union Square, ma anche di Lombard Street, del Golden Gate e di Alcatraz. Il quarto giorno, invece, può essere dedicato allo Yosemite National Park, a cui si giunge dopo aver lasciato la costa per andare in direzione della Sierra Nevada. Dallo Yosemite National Park ci si sposta alla Death Valley National Park, percorrendo il Tioga Pass, una delle strade più spettacolari, dal punto di vista scenografico, di tutti gli Stati Uniti; una volta ammirato il panorama da Zabriskie Point, il tragitto è breve per arrivare al punto più basso dell’emisfero meridionale, a quasi 90 metri sotto il livello del mare: si tratta di Badwater. In seguito, il fly and drive continua a Las Vegas e al Bryce Canyon, per poi conoscere il Capitol Reef, altro parco suggestivo con le sue guglie di arenaria bianca. Quindi, il tour si può concludere, non prima di aver fatto tappa al Monument Valley Navajo Tribal Park.

Per quel che riguarda il fly and drive coast to coast, dopo essere partiti da Washington si può andare alle cascate del Niagara, al confine con il Canada; se si vuole si può fare tappa a Toronto, ma in alternativa ci si può recare ad Ann Arbor, a Detroit e infine a Chicago. Da qui, percorrendo la celebre Route 66 verso sud, si può finire nel Missouri, a St. Louis, mentre con il passare dei giorni si giunge in Oklahoma, nelle terre dei cowboy e dei nativi americani. Successivamente è la volta del Texas, con il Cadillac Ranch tra le location da segnare in agenda, prima dell’arrivo a Santa Monica, in California.

Che si opti per un viaggio o per l’altro, prima di intraprendere un fly and drive non ci si può dimenticare di sottoscrivere una polizza di assicurazione viaggio, fondamentale sia per evitare le conseguenze negative di possibili imprevisti (bagagli smarriti, voli annullati, e così via) sia per essere coperti dal punto di vista sanitario, evitando spese consistenti.