Perché optare per il Miele di Castagno e L’Apicoltura

Chi ha il compito di andare a fare la spesa deve ricordarsi di prendere gli alimenti più indicati per i più piccoli. E tra questi non deve mai mancare il miele. Un prodotto naturale che da migliaia di anni ha accompagnato almeno una volta i pasti di qualsiasi persona. Viene usato al posto dello zucchero per il latte, sul pane, sui biscotti o per fare innumerevoli dolci. Con le sue alte quantità di fruttosio e saccarosio è un alimento energizzante. Viene usato al posto dello zucchero nel caffè e nelle degustazioni di formaggi dove si mescolano il sapore dei latticini stagionati con quello dolce del miele.

L’inizio della coltura del miele avvenne durante gli anni 30 del secolo scorso con la creazione dei primi apiari. L’apicoltura diretta mosse così i suoi primi passi ma per una vera e propria normativa è necessario aspettare le direttive legislative dell’unione europea per la regolamentazione della produzione.

Le scelte culinario subiscono una trasformazione nel corso degli anni seguendo le tendenze. Oggi la provenienza degli alimenti viene rigidamente controllata per avere sulle tavole prodotti di alta qualità. La distribuzione ha comportato una grande varietà di scelta e con il tempo si sono creati movimenti per l’acquisto consapevole per quanto riguarda l’alimentazione.

L’alimentazione biologica è un esempio lampante perché vuole creare un nuovo paradigma mettendo al centro la salute delle persone e un nuovo modo di intendere la gastronomia. In Italia il cibo è tra le maggiori spese di una famiglia ma soprattutto è diventato una forma di fare impresa per tantissime famiglie e alcune di queste producono miele direttamente il quale avrà caratteristiche migliori rispetto a quello su grande produzione.

Miele di Castagno E Altri Tipi di Miele

Il miele viene diviso in due grandi gruppi: il millefiori è formato dalla raccolta di polline da svariati tipi di fiori e piante mentre il monofloreale deriva da una tipologia di pianta specifica come il caso del miele di castagno o di girasole.

Di seguito un elenco dei mieli più ricercati sul mercato biologico:

  • pappa reale
  • miele di tiglio
  • miele di tarassaco
  • miele di rododendro
  • miele di acacia
  • miele di melata
  • miele di colza
  • miele di manuka

Le varianti sono decine e chi vuole mettere attenzione nell’apporto di sostanze nutritive può optare per una delle tante tipologie di miele. Il sapore in bocca cambia a seconda del genere risultando dolce o lievemente più amaro, lasciando sulla lingua un retrogusto tutto naturale.

Diventare Apicoltori

Dedicarsi all’apicoltura è un modo per contribuire all’ecosistema in cui si vive e per dare avere prodotti da consumare in casa propria. Chi invece ha obiettivi più ampi può scegliere di avviare la produzione di miele e rivenderlo. La creazione di una nuova realtà economica porta benefici sia al territorio sia alla persona che se ne occupa in termini economici. In rete è possibile trovare decine di guide per capire come funziona un’arnia. In più vendono kit per costruire l’apiario comprendenti ogni strumenti utile. È importante che le api vivano in aperta campagna o a ridosso dei boschi così che possano trovare ogni genere di fiore.

La casa delle api è l’alveare e è un esempio di come madre natura ha creato un sistema efficace nel quale non singolo membro e ogni singolo spazio contribuiscono al suo funzionamento.