Pausa di riflessione? Un viaggio può curare il mal d’amore

Pausa di riflessione? Un viaggio può curare il mal d’amore

partirejpgOgnuno di noi, almeno una volta nella vita, ha sofferto di pene d’amore, convincendosi che il “per sempre felici e contenti ” spesso non esiste.
In molti avranno sperimentato sulla propria pelle, e con il proprio cuore, che in una storia esistono moltissimi momenti difficili, fatti di incomprensioni e di litigi che si protraggono per interi giorni e settimane e che sanciscono l’inizio di una crisi. In molti casi, si arriva così ad una pausa di riflessione che, come spiegato in questa guida, possiamo superare anche se talvolta è più dolorosa della fine di una storia.
Quando l’amara verità ci bussa alla porta, si scatena un senso di vuoto immenso ed un dolore irreparabile che porta ciascuno di noi a chiudersi in se stesso, evitando i rapporti con il mondo esterno, trascurando la famiglia ed i vecchi amici ed incolpandosi della fine della storia.
Niente di più sbagliato, in questo caso, perché piangersi addosso non porterà indietro il tempo, né ci farà apparire migliori agli occhi dell’ex partner. Occorrerà, piuttosto, non aspettare invano il suo ritorno ma riprendere in mano la nostra vita, reinventarla, reagire e trovare nuovi stimoli.
Secondo alcune indagini, in conformità al parere di molti medici e psicologi, è proprio in questa circostanza che ognuno di noi dovrebbe partire per un lungo viaggio.
Non importa la meta, ciò che conta è avere il coraggio di farlo.
Dopo la fine di una storia, infatti, si tende a chiudersi in un guscio, estraniarsi dal mondo e passare in rassegna i momenti felici passati col partner, auto-convincendosi che la nostra vita non vedrà più giorni sereni, né un sorriso.
Ma chi lo ha detto? Basta solo prendere il coraggio necessario per prenotare un biglietto aereo last minute, preparare una valigia e lasciarsi tutto alle spalle.
Non importa se andrete dall’altra parte del mondo o nell’isola che avete sempre desiderato visitare. Treno, aereo, nave, macchina non fa differenza, l’importante è che vi porti lontano, verso la vostra felicità. Perché, state certi, al vostro ritorno sarete persone rinnovate e radiose!

Dopo una rottura, infatti, un viaggio potrebbe essere utile per molte ragioni. Innanzitutto, è necessario per staccare un poco la spina, prendere le distanze da quella vita che ormai non c’è più e perdere tutte quelle abitudini a cui ci si era abituati.
Viaggiare potrebbe aiutare anche ad uscire dal guscio e superare la fastidiosa avversione agli altri. Un viaggio può aiutare a conoscere nuova gente e, magari, capire che tutti, chi più, chi meno, hanno un piccolo dolore dentro.
Partire può aiutarvi a comprendere che potete contare su voi stessi: riuscire ad orientarvi in una città sconosciuta, comunicare in una lingua straniera, vi aiuterà a ritrovare la vostra autostima.
Dopo una rottura, un viaggio é l’occasione giusta per creare nuovi ricordi e dimostrare a voi stessi che si può essere felici anche da soli.
Staccare da tutto e da tutti vi aiuterà anche a ritrovare voi stessi e scoprire aspetti del vostro carattere che non conoscevate.
Questo viaggio, infine, potrebbe essere l’occasione giusta per capire le vostre vere aspirazioni, sancire un nuovo inizio e, in questa nuova vita, scegliere di fare ciò che avete sempre desiderato.

Insomma, i motivi per partire sono tanti. Non importa perché decidete di farlo ma fatelo perché, a volte per vivere, tutti noi abbiamo bisogno di fare qualche pazzia e di coccolarci un pò!

Leave a Reply