#particonunafoto: aperte le candidature online per “Sognando la Thailandia”

Un agente di viaggio, un travel blogger e un turista per passione trascorreranno 18 giorni a Pattaya all’insegna dello sport. Un’iniziativa di social placement realizzata da Valica, Ente Nazionale per il Turismo Thailandese, PaesiOnLine.it, Europ Assistance e Skyscanner.

Sognando la Thailandia 3

Sono ufficialmente aperte le candidature online per partecipare alla terza edizione di “Sognando la Thailandia”, iniziativa organizzata da Valica nell’ambito del progetto “Vita da Turista” (www.vitadaturista.it), e realizzata in collaborazione con l’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese, PaesiOnLine.it, Europ Assistance e Skyscanner. Il progetto, presentato in anteprima a TTG Incontri, dove è stato accolto con grande entusiasmo, è nato con l’obiettivo di raccontare destinazioni turistiche in modo innovativo e non convenzionale, attraverso i racconti di insoliti “ambasciatori di viaggio” e utilizzando strumenti multimediali di social placement.

Quest’anno il format si presenta sotto una veste rinnovata, che punta sul binomio sport-turismo e vedrà il coinvolgimento di tre protagonisti, appartenenti a diverse categorie: “agente di viaggio”, “viaggiatore per passione” e la new entry “travel blogger”. Ai partecipanti verrà fatto sottoscrivere un contratto di lavoro di collaborazione occasionale, diventando così veri e propri testimonial dell’iniziativa. A differenza delle precedenti edizioni, gli “ambasciatori di viaggio” non gireranno l’isola, ma trascorreranno 18 giorni a Pattaya, circa 145 km a sud della capitale Bangkok, cimentandosi in tre discipline sportive: boxe thailandese o muay thai, golf e running.

La scelta delle tre discipline non è casuale: la muay thai è lo sport nazionale, diffusa oggi in tutto il mondo, e affonda le sue radici nella Mae Mai Muay Thai (o Muay Boran), un’antica tecnica di lotta a mani nude utilizzata dai guerrieri thailandesi in guerra quando perdevano la propria arma; anche il golf è molto praticato nella penisola, che vanta campi da gioco di altissimo livello, al punto da essere eletta nel 2010 “Golf Destination of the Year”, migliore destinazione in Asia per praticare il golf; infine, il running, anch’esso molto diffuso, è stato scelto per la possibilità che offre di godere delle bellezze del paesaggio circostante mentre lo si pratica.

La partenza è prevista per il 1 dicembre, con rientro il 19, e sarà possibile candidarsi online fino alle 13:00 del 12 novembre 2015. Per partecipare, basta andare sul sito di Vita da Turista nella sezione dedicata a Sognando la Thailandia (www.vitadaturista.it/thailandia), caricare una foto che evochi i concetti di turismo e sport, e spiegare in circa 400 caratteri perché si ritiene di essere il testimonial più adatto per raccontare le bellezze della Thailandia e l’emozione di praticare queste discipline sportive, inserendo anche l’hashtag ufficiale del contest: #particonunafoto.

Le precedenti edizioni hanno visto coinvolti 4 viaggiatori (2 ogni anno), per un totale di oltre 23.000 chilometri percorsi a bordo di un fuoristrada, oltre 7 milioni di contatti consumer raggiunti, 22.000 fan e 15.000 registrati al concorso solo per la prima edizione e oltre 500 video e 100 candidature da professionisti per la seconda.

Regolamento completo al link http://www.vitadaturista.it/thailandia/doc/regolamento.pdf

Valica (www.valica.it) è un travel marketing company nata dall’idea di importanti progetti web italiani in ambito turistico, tra i quali paesionline.it, agriturismo.it, arte.it, camperonline.com, ilturista.info. Agenzia web e allo stesso tempo concessionaria pubblicitaria capace di offrire ai propri clienti un market place di 4 milioni di turisti al mese a cui proporre prodotti e servizi. Valica gestisce a 360° progetti di comunicazione, dal concept alla pianificazione media, su ambienti terzi o ambienti proprietari, garantendo il presidio di ogni fase di navigazione web del turista, influenzandone in parte le scelte di viaggio grazie alla veicolazione di messaggi mirati in tutte le fasi del processo di acquisto (da quando utilizza i canali per informarsi a quando confronta le offerte di viaggio, prenota o condivide la propria esperienza di viaggio).

PaesiOnLine (www.paesionline.it) punto di riferimento per oltre 30 milioni di utenti che cercano informazioni su viaggi e per aziende e operatori che investono nella promozione dei loro prodotti in Italia e all’Estero. Attualmente le località recensite sono circa 15 mila, e le foto condivise oltre 40 mila. Le pagine social connesse al portale sono ai primi posti in Italia per engagement generato.

L’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese è l’organizzazione governativa responsabile delle attività di marketing finalizzate alla promozione della Thailandia intesa come destinazione turistica. Sin dal 1979, anno della sua nascita, Tourism Authority of Thailand (questa la sua denominazione inglese) è cresciuta sino a trasformarsi in una sofisticata organizzazione turistica con uffici centrali a Bangkok, 35 sedi in Thailandia e 27 uffici internazionali tra cui Roma, da cui l’Ente coordina tutte le attività sul territorio italiano.

Europ Assistance: “you live we care” (www.europassistance.it) Il Gruppo Europ Assistance è tra i leader mondiali nel settore dell’assistenza privata. Fondato a Parigi nel 1963, è in grado di intervenire in più di 200 Paesi sia nel quotidiano che nelle situazioni di emergenza offrendo servizi di assistenza personalizzati e coperture assicurative nelle aree della mobilità – Viaggio e Auto – e in quelle della Salute e della Casa&Famiglia. Europ Assistance è una realtà globale con 33 sedi, 35 Centrali Operative, corrispondenti diretti in 208 paesi e 8.380 dipendenti.

Skyscanner (www.skyscanner.it) è il sito leader mondiale nella ricerca viaggi, che offre un servizio gratuito di ricerca e confronto voli, hotel e noleggio auto, in 30 lingue. Fondata nel 2003, Skyscanner aiuta ogni mese più di 40 milioni di persone a pianificare i propri viaggi attraverso il proprio sito e le tre app, scaricate oltre 35 milioni di volte.

Leave a Reply