Parco naturale Adamello Brenta

Dalla flora ricca e rigogliosa e con una fauna pregiata e assolutamente invidiabile, il Parco naturale Adamello Brenta è uno tra i nuclei verdi più vasti e importanti che dominano il territorio italiano.
La posizione la fa da padrona dal momento che trovandosi in Trentino Alto-Adige in provincia di Trento a più di mille metri di altitudine sul livello del mare, vanta uno dei paesaggi più spettacolari di tutto il nord Italia grazie anche alle Dolomiti di Brenta. Infatti proprio grazie a queste suggestive montagne è possibile ammirare molti animali e piante estremamente rare e dalle caratteristiche uniche. Per esempio l’orso bruno, una specie caratteristica delle Alpi e anche simbolo del parco stesso, che fino a pochi anni fa rischiava l’estinzione a causa della caccia frequente, ma che ora sta ritrovando esemplari grazie all’intervento dei collaboratori dell’Adamello. Tra le altre specie a rischio vi sono lo stambecco, anch’esso in processo di reintroduzione e il muflone.
Altrettanto interessante è l’insieme degli uccelli che popolano questi cieli e di cui il parco vanta una grande quantità di esemplari. Tra i più rinomati vi sono in primo luogo la pernice bianca, seguito dall’aquila reale e a seguire il falco pecchiaiolo e lo sparviere.
Un paradiso terrestre come questo non può che mantenersi grazie alla buona condotta dei suoi visitatori che sono tenuti a rispettare una serie di regole. Tra le più importanti vi è il divieto di accendere fuochi fuori dalle aree dedicate, e anche quello di raccogliere fiori o fossili particolari, dal momento che le bellezze della natura devono essere condivise con tutti.
In un territorio di circa 620 chilometri quadrati, il parco ospita inoltre ben quattordici valli, che nascondo tra i loro pendii e le loro rupi una vasta gamma di fiumi e laghi che rendono il paesaggio unico al mondo. Inoltre tra le Dolomiti di Brenta si nasconde anche un ghiacciaio nel quale è possibile avventurarsi.