Noleggio barca a vela: consigli per scegliere quella giusta

Noleggio barca a vela: consigli per scegliere quella giusta

Se si ha intenzione di trascorrere un po’ di tempo in mezzo al mare per rilassarsi, per staccare la spina e ricaricare le batterie, noleggiare una barca a vela è la soluzione ideale. Il nostro paese è una vera e propria area privilegiata per la navigazione, questo grazie alla collocazione dell’Italia ovvero al centro del Mediterraneo, una delle mete più ambite dagli skippers di tutto il mondo. Secondo alcuni calcoli pare che circa il 70% del noleggio di barche a vela riguarda proprio il Mar Mediterraneo. Le mete più visitate sono le coste della Sicilia, Sardegna, Toscana e lo splendido Golfo di Napoli.

Come e dove noleggiare una barca a vela

La prima cosa da valutare prima di decidere quale modello di barca a vela noleggiare è necessario decidere la destinazione. L’errore più comune da evitare è confondere la base di partenza con l’itinerario della navigazione. Non è detto che si possa effettuare il noleggio di barche a vela direttamente nel luogo che si vuole visitare. Tuttavia, è possibile rivolgersi ad aziende di noleggio barche a vela presenti nelle zone limitrofe, e successivamente spostarsi nel luogo desiderato direttamente in barca. Ad esempio, se si vogliono visitare le Isole Eolie in barca a vela, è consigliabile partire da Portorosa e noleggiare direttamente qui l’imbarcazione. 

È meglio scegliere una barca con o senza skipper?

Per guidare una barca, oltre ad avere un’apposita licenza di guida chiamata patente nautica (entro o oltre le 12 miglia), è necessario avere una certa dimestichezza con le imbarcazioni. Non a caso tutte le aziende specializzate nel settore del noleggio delle barche offrono anche la possibilità di affidarsi ad una figura professionale capace di trasportare i clienti in qualunque luogo ovvero il cosiddetto skipper. Questa figura, oltre ad occuparsi della navigazione, si occupa anche dell’ormeggio della barca e normalmente mette a disposizione dei clienti le sue conoscenze del luogo. In genere moltissimi decidono di noleggiare la barca a vela con lo skipper a bordo (nonostante siano muniti di patente nautica). Il motivo è semplice, questa figura a bordo garantisce una maggiore sicurezza e al tempo stesso non esclude in assoluto la possibilità di sostituirlo durante la navigazione. Infatti, è possibile accordarsi con lo skipper e guidare l’imbarcazione nelle tratte più semplici e lasciare il timone all’esperto invece nelle tratte più insidiose. La figura dello skipper inoltre da la possibilità a tutto l’equipaggiamento di rilassarsi e di dedicarsi esclusivamente alla vacanza senza nessun pensiero. 

La dimensione ideale di una barca a vela 

Per decidere le dimensioni dell’imbarcazione da noleggiare è necessario considerare diversi fattori. Innanzitutto il numero dei componenti dell’equipaggio: se si ha intenzione di partire con quattro o cinque persone basterà una barca di piccole dimensioni, se il numero degli ospiti sale invece, è necessario optare per un mezzo più grande. Stare in mare in una barca senza avere lo spazio adeguato potrebbe essere particolarmente fastidioso e di conseguenza potrebbe compromettere la vacanza. Inoltre, se si desidera avere a bordo anche lo skipper è necessario calcolare il posto letto anche per lui. Un altro fattore da prendere in considerazione è la tratta e la lunghezza del viaggio: fare un lungo viaggio impone necessariamente uno spazio maggiore. Un consiglio utile è quello di ottimizzare al meglio lo spazio all’interno dell’imbarcazione, ad esempio invece che portare il classico trolley per gli abiti è preferibile optare per un borsone. 

Leave a Reply