Milano capitale dello Stile Liberty: alla scoperta del Quadrilatero del Silenzio
Fenicotteri a Milano

Milano capitale dello Stile Liberty: alla scoperta del Quadrilatero del Silenzio

Fenicotteri a Milano
Fenicotteri a Milano

Milano è una città meravigliosa, troppo spesso ottenebrata dalla fama di città d’affari, per cui i tesori d’arte che nasconde al suo interno rimangono appunto nascosti, a beneficio del percorso stazione-fiera-albergo.

In realtà Milano non è solo la capitale della moda e degli affari, ma anche dello Stile Liberty. L’avreste mai detto? Il Museo a cielo aperto della Belle Epoque si trova in pieno centro, a pochi fermate di metro da Corso Buenos Aires e dalla stazione centrale, intorno alla zona di Porta Venezia.

Infatti, entrando  in quello che viene definito Il Quadrilatero del Silenzio (indovinate perchè?) la città di insegne e grattacieli si trasforma: palazzi dalle forme bizzarre, lussureggianti spazi verdi e sorprese sospese tra sognoe realtà come i fenicotteri rosa di Villa Invernizzi.

In questa zona, abitata all’inizio del secolo scroso da artisti quali carrà e marinetti, il tempo sembra essersi fermato: fregi, mosaici e campanelli-scultura danno l’impressione di muoversi attraverso uno scenario surreale.

Palazzo Berri Meregalli, Palazzo Castiglioni, Villa Necchi Campigli, solo per citare gli edifici più famosi, sono veri e propri palazzi da fiaba.

Palazzo Fidia, in via Melengrari, è invece noto per essere stato scelto da Michelangelo Antonioni come location per Cronaca di un amore.

L’itinerario ideale per visitare il Quadrilatero del Silenzio parte da Corso Buenos Aires, dove è possibile alloggiare in confortevoli Hotel a Milano Centro. Da qui una fermata di metro da Lima a Palestro ed ecco che si torna indietro di un secolo.

Come essere sicuri di visitare il quartiere nel modo migliore? E’ semplice: perdetevi.

Leave a Reply