Le migliori destinazioni di viaggio invernali in Lombardia

livigno-lombardiaIn Lombardia esistono numerose destinazioni di viaggio, stazioni sciistiche e altri luoghi dove trascorrere piacevolmente il periodo invernale a contatto con la natura e con la possibilità di praticare sport, escursioni o di fare semplici passeggiate nello splendido contesto delle Alpi e delle Prealpi lombarde.

Ma quali sono le destinazioni di viaggio invernali preferite dai lombardi e da tutti coloro che si recano in Lombardia per diletto? PaesiOnline.it, sito di recensioni turistiche e viaggi online, ci aiuta a stilare una classifica delle destinazioni di viaggio più apprezzate dagli oltre 600.000 utenti registrati alla community dei viaggiatori.

In prima posizione in questa speciale classifica delle destinazioni di viaggio troviamo Livigno, con un voto medio di 8,4 (in una scala da 1 a 10). Si tratta di una destinazione particolarmente apprezzata per la completezza dell’offerta turistica che è in grado di proporre, oltre che naturalmente per la bellezza mozzafiato dei paesaggi alpini che la circondano e che la rendono una delle mete più ambite dei viaggiatori appassionati di montagna e sport invernali.

Al secondo posto si piazza Bormio, con un voto medio di 8. La splendida località lombarda, famosa anche per le stazioni termali che vi si trovano e che ogni anno sono meta di migliaia di turisti in cerca di benessere e relax, è poco sotto a Livigno in termini di gradimento complessivo. In particolare viene apprezzata la qualità delle strutture alberghiere e sciistiche, oltre che la professionalità degli operatori turistici, in grado di rendere piacevole e indimenticabile il soggiorno invernale.

Sul terzo gradino del podio di questa classifica delle strutture turistiche invernali troviamo Chiavenna, con un voto medio di 7,2. La località che si affaccia sulla propaggine settentrionale del lago di Como risulta gradita soprattutto per la qualità dell’ambiente, dei paesaggi che la circondano e per la ricca offerta culinaria e di prodotti enogastronomici.

Leave a Reply