Le bellezze di Osimo

Tra i paesaggi più spettacolari che contraddistinguono le Marche meritano di essere conosciute e visitate le grotte del Cantinone a Osimo: bellezze uniche e straordinarie.

Le grotte di Osimo

Non è esagerate definire le grotte del Cantinone come una vera e propria città sotterranea, parallela a quella che vive alla luce del sole: si tratta di un piccolo grande mondo intrigante e, per certi versi, irresistibile, che si sviluppa lungo chilometri e chilometri di tunnel. Certo, non è Osimo la sola città delle Marche a poter vantare un sistema di cunicoli sotto terra di questo tipo, ma Osimo è una delle poche località in cui le grotte sono state preservate in maniera ottimale, al punto che ancora oggi possono essere visitate: chi lo desidera, insomma, può accedervi per scoprire un universo quasi magico, senza dubbio incantevole.

Alla scoperta dei cunicoli

Le grotte del Cantinone di Osimo, a dire la verità, sono aperte solo da qualche anno al pubblico, ma nonostante ciò vantano una fama che va ben oltre i confini regionali: chi ha la possibilità di immergersi (metaforicamente) in questi luoghi può percepire le emozioni e le sensazioni del passato. Le grotte sono realizzate in arenaria, vale a dire in sabbia compatta: è sufficiente toccarle per avvertire sotto i polpastrelli i granelli di sabbia. Non bisogna temere, però, che tutto si sgretoli da un momento all’altro: la temperatura costante e il tasso di umidità, infatti, fanno sì che la consistenza di questo materiale sia molto compatta, e al contempo renda facile il compito di chi vuole scavare. Proprio per questo motivo sono proliferati tunnel e buchi, così che con il passare degli anni è venuta a formarsi una rete sotterranea vera e propria.

Il rapporto con la città

Gli abitanti di Osimo, ormai, conoscono queste grotte quasi alla perfezione, anche perché i loro segreti sono stati tramandati di generazione in generazione. In passato, esse venivano utilizzate per le esigenze e per gli scopi più differenti: banalmente, per esempio, come cantine in cui conservare gli alimenti, approfittando della temperatura sempre costante intorno ai 13 gradi, ma anche come luogo in cui rifugiarsi durante la guerra, o più semplicemente come percorsi alternativi per andare da una parte all’altra della città… senza farsi vedere da nessuno. Prima che venissero aperte al pubblico, le grotte di Cantinone erano praticamente tutte al buio: chi voleva avventurarsi da queste parti non poteva fare a meno di adoperare una torcia, anche se le vie cieche erano differenziate e segnalate grazie a un sistema di codici che permetteva di distinguerle dalle vie che, invece, incrociavano le altre strade sotto terra.

Dove trovare i migliori hotel nelle Marche e a Osimo

Il portale turistico Goodmarche.com è il punto di riferimento per tutti coloro che hanno il desiderio di scoprire le bellezze di Osimo e delle altre località delle Marche, con itinerari e percorsi turistici da non perdere. Nel sito, inoltre, sono riportati i più importanti hotel nelle Marche in cui soggiornare, con l’indicazione delle migliori strutture ricettive del territorio.