La riserva di Vendicari…in catamarano!

La Sicilia del Sud, terra di antiche origini e incontaminata, è la meta ideale da scoprire in catamarano, perfetto mix di natura e storia.

Per chi non la conosce, la splendida Oasi naturale di Vendicari è una una riserva faunistica della Sicilia istituita nel 1984, localizzata tra Noto e Pachino, che occupa una superficie di oltre 1500 ettari e che comprende un ecosistema e un paesaggio unico al mondo. 

La via ideale per scoprire a fondo quest’area della Sicilia è certamente il mare: sono diverse le società di noleggio catamarani che vi danno la possibilità di andare alla scoperta della natura incontaminata che caratterizza la Riserva di Vendicari. Trattandosi di una zona protetta è vietato pescare, ma è possibile fare snorkeling per poter scoprire la magia dei fondali marini siciliani e scoprire l’incredibile vita che nasconde. E’ possibile inoltre godersi alcune delle spiagge più pulite e belle della Costa Ionica, tutte onorate delle 4 vele blu assegnate da Legambiente.

Si può raggiungere sia un auto che in aereo atterando a Catania; tuttora questa parte della Sicilia è sopravvissuta quasi intoccata all’intervento umano, completamente dominata dalla pace della natura: per godere davvero di questi luoghi è necessario munirsi di zaino e scarpe comode è addentrarsi nei molti sentieri e itinerari, lanciandosi alla scoperta delle meraviglie di questo angolo di paradiso.

Vi interessate di archeologia? A Vendicari trovate le latomie, cave di pietra che risalgono alle origini greche antiche di questi luoghi (V sec a.C), oppure la Torre Sveva, eretta da Pietro D’Aragona nel Medioevo al fine di ostacolare le incursioni dei pirati, o ancora la Tonnara settecentesca, conosciuta anche come Bafutu e che rappresenta ora il simbolo dell’amore per il mare e per la pesca di questa regione.

Chi invece è alla ricerca di un viaggio a contatto con la natura, non rimarrà certamente deluso dalla Riversa di Vendicari, dove si trova flora e fauna unici nel loro genere: qui si pratica soprattutto il birdwatching e molti turisti europei scelgono proprio quest’oasi per essere testimoni dell’ultima tappa della migrazione di milioni di uccelli prima che raggiungano le coste africane.

Uno spettacolo davvero incredibile e unico!