La reputazione online

Ogni azienda può essere oggetto di critiche e lodi e deve essere consapevole che la difesa della propria reputazione rappresenta un importante investimento per il suo futuro. Monitorare la propria reputazione online permette di valorizzare gli aspetti positivi della propria immagine e quindi significa trasmettere fiducia nei confronti dei prodotti e dei servizi offerti.

Con il termine “reputazione online” si intende l’insieme dei pareri e delle opinioni che gli utenti (clienti o potenziali tali) esprimono attraverso vari canali di comunicazione digitali in merito all’azienda e/o ai prodotti e servizi da essa venduti. Tali opinioni possono essere sia positivi che negativi e spesso tendono a danneggiare fortemente l’immagine di un’azienda.

Monitorare la propria reputazione online non è un’attività semplice: oltre ad una apprfondita conoscenza del settore, è anche necessario il supporto di complessi strumenti di web analysis ed una costanza nel tempo nell’implementazione dei vari step legati all’online reputation management.

Esisono varie società specializzate nella consulenza per la gestione della reputazione online. Tali realtà sono in grado di definire un piano di azione che faccia in modo di potenziare gli aspetti che possono rendere più forte la reputazione online dell’azienda, attraverso una attenta l’analisi incrociata delle conversazioni che avvengono sul web, in modo particolare sui Social Network. I pareri degli utenti oggi vengono sempre di più presi a riferimento dalle tante persone che si recano online per avere recensioni ed opinioni in merito ad una azienda o ai servizi e prodotti da essa distribuiti, quindi costruire una buona immagine e reputazione online è assolutamente fondamentale per ogni tipologia di attività economica.

Tra le principali realtà attive nella consulenza per la gestione della reputazione online vi è Reputatione Online Plus (http://reputazioneonlineplus.it), una realtà attiva nell’online reputation management con decine di casi di successo in differenti settori merceologici.