La Puglia: alla scoperta del Salento.

villaggi in Puglia

 

Villaggi in Puglia.

L’incanto dei monumenti barocchi, i vicoli inondati di luce quella calda, densa, tipica del Salento in primavera, i riccioli di pietra delle chiese che incorniciano le vie di un centro storico dal fascino teatrale. Difficile scrollarsi di dosso un passato ad alta concentrazione di meraviglie, eppure qui, nella Firenze di Puglia, le radici sono diventate il punto di partenza per una nuova forma di creatività. Ci sono antichi palazzi prestati al cinema e artisti dal tocco magico che hanno saputo trasformare la tradizione della lavorazione della cartapesta in design. Lecce è soprattutto la capitale pugliese del Barocco: un luogo di grande bellezza, dove palazzi nobiliari e monumenti sembrano pensati da un’unica mente e lo stile architettonico dominante, ricco di decorazioni, è esaltato dai riflessi color miele della pietra leccese. Nel centro storico la troviamo ovunque, a partire dalla Cattedrale di Maria Santissima Assunta, realizzata nel XVII secolo dallo scultore-architetto Giuseppe Zimbalo: dentro, le navate color ocra sono enfatizzate da un soffitto ligneo a lacunari intagliati, mentre all’esterno la piazza è dominata dal campanile alto 70 metri, che svetta come un obelisco sacro. Sono belle anche la Basilica di Santa Croce, simbolo del Barocco leccese con la facciata ricamata da colonne e figure grottesche che incorniciano il rosone, e la Chiesa di Santa Chiara, che vanta un insolito controsoffitto del Settecento in cartapesta. Tutto in pochi passi, fra Piazza e Via Vittorio Emanuele II, dove sfilano le boutique di moda e i negozi della tradizione come quello dei fratelli Riso, da generazioni un punto di riferimento per gli appassionati di sculture e statuine sacre in cartapesta. La storia di questo materiale di recupero è illustrata in un museo ad hoc, all’interno del maestoso Castello di Carlo V. Ma basta spingersi fuori dal centro per scoprire la Chiesa dei Santi di Niccolò e Cataldo, fatta erigere nel XII secolo dall’ultimo re normanno, Tancredi d’Altavilla. Una delle poche testimonianze medievali nel trionfo barocco che ha reso magica la città.  Una città solare, adagiata lungo il semicerchio turchese di un porticciolo nel cuore del Mediterraneo. Otranto è la città più orientale d’Italia e nei giorni luminosi e tersi, dal vicino faro di Punta Palascia le montagne dell’Albania emergono dall’orizzonte a circa 50 miglia marine sulla sponda opposta del Canale che prende nome proprio dalla città e divide la Puglia dai Balcani. Nel Salento oltre i suoi incantevoli monumenti del barocco, le spiagge di sabbia il mare cristallino, in estate il favoloso Salento diventa meta preferita di tanti turisti che prenotano le proprie vacanze nei villaggi in Puglia con le famiglie, gli amici e i gruppi. Le spiagge strapiene, i tanti villaggi turistici strapieni, ecco il Salento, Torre San Giovanni, Gallipoli, Marina di Pescoluse, Lido Marini, Otranto, Castro, Torre dell’Orso, Porto Cesareo, tutte città che in estate si trasformano diventano il doppio o il triplo di abitanti per rendere le notti d’estate con il sorriso il divertimento e tanto relax per godersi le ferie e visitare i posti più belli del Salento.

Leave a Reply