La moda degli alberghi diffusi: Cosa sono e come funzionano

A metà tra una casa vacanza e un hotel, di alberghi diffusi se ne sente spesso parlare, tanto che ultimamente ci si riferisce ad una vera e propria moda turistica. Ma cosa sono di preciso gli alberghi diffusi? Come funzionano? Scopriamolo insieme in quest’articolo.

Alberghi diffusi: le origini

È interessante notare come l’idea di albergo diffuso si sviluppi dopo il terremoto del 1976 in Carnia, nella regione del Friuli-Venezia Giulia. Ma perché proprio in quel luogo, e in quel preciso momento? Dopo la devastazione provocata dal terremoto, le borgate – oramai vuote – che venivano ricostruite avevano la necessità di essere reinventate. Così, le abitazioni sono state riadattate a finalità turistiche, dando vita al modello di ospitalità degli alberghi diffusi. Successivamente, questo modello ha conosciuto un’ampia diffusione, a partire dagli anni Novanta, in molte altre regioni d’Italia, come la Sardegna, la Puglia, o il Lazio. Attualmente sono una realtà ancora in forte sviluppo, non solo in Italia ma anche in Europa, grazie ad una crescente domanda di un’esperienza di viaggio nuova, autentica, alla scoperta di sé: come quella che si vive in un albergo diffuso.

Alberghi diffusi: struttura e posizione

Per rendere meglio l’idea di “albergo diffuso”, potremmo addirittura parlare di paese-albergo: attorno ad una struttura più grande, dove si concentrano i servizi principali (accoglienza degli ospiti, assistenza e ristorazione), ci si trova di fronte ad una costellazione di camere e case distribuite per le vie del paese. È un’esperienza da insider, più che da turista: si entra in stretto contatto con il luogo, con le persone che lo abitano, in un’atmosfera di accoglienza familiare che non troviamo nei classici hotel. Proprio per la loro struttura peculiare, spesso sono ubicati in antichi borghi italiani o paesi rurali, anche se non mancano le realtà più vicine ad un contesto urbanizzato. Ogni camera, o casa, dell’albergo diffuso è in grado di offrire gli stessi comfort di una camera di un normale albergo: il servizio colazione, le pulizie, l’assistenza turistica.

Perché scegliere un albergo diffuso?

In una società consumistica come quella in cui viviamo attualmente, abbiamo perso il sapore della genuinità di una vita semplice, vera, rurale. Ecco che, una realtà come quella dell’albergo diffuso, può saperci mettere in contatto con una parte intima di noi. Spesso, quando visitiamo un luogo ci limitiamo ad una prima lettura superficiale di questo, senza viverlo a fondo. Inoltre gli hotel, nella maggior parte dei casi, sono impermeabili alla vita quotidiana del contesto geografico in cui sono collocati, lasciandoci un’impressione poco sentita del luogo. Immergersi in un albergo diffuso significa accettare di viverlo in ogni sua sfaccettatura, camminando per le vie dei borghi e incrociando gli sguardi delle persone che in quelle stesse vie hanno vissuto le loro vite. E, una volta rientrati a casa, vi sentirete cambiati, come cambiata sarà, probabilmente, la prospettiva attraverso la quale guarderete la vostra stessa vita, la vostra città.

Il Turistico

Il Turistico è un sito che raccoglie le migliori esperienze e recensioni su viaggi e vacanze.

Leave a Reply