“LA LEGGENDARIA CHARLY GAUL” BUCA LO SCHERMO, GRANFONDO IN DIRETTA SU RAI SPORT

Dal 16 al 19 luglio 10.a edizione de “La Leggendaria Charly Gaul”

Domenica 19 luglio 2 ore di “live” per la granfondo, più repliche e approfondimenti su Rai Sport

Lo speciale “L’Attesa” in onda domenica 12 luglio su Rai 3 Trentino-Alto Adige

Ultimi giorni di iscrizioni. Al via tutti i big del pianeta granfondo

 

 

“La Leggendaria Charly Gaul” è uno degli appuntamenti più attesi nella stagione delle ruote amatoriali e dal 16 al 19 luglio Trento, il Monte Bondone e la Valle dei Laghi accoglieranno migliaia di ciclisti da tutto il mondo nell’unica tappa italiana dell’UCI World Cycling Tour. Sono oltre 2000, in rappresentanza di oltre 40 nazioni, i cicloamatori che prenderanno alla prova in linea di domenica 19 luglio con partenza da Piazza Duomo a Trento e l’epilogo al culmine dell’ascesa intitolata a Charly Gaul, il Monte Bondone e circa 200 quelli che parte alla cronometro di venerdì 17 luglio a Cavedine. Gli organizzatori dell’Asd Charly Gaul Internazionale e dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi hanno affiancato al programma agonistico un ricco carnet di eventi per celebrare degnamente il decennale della manifestazione, fra cui spicca “La Moserissima”, la prima ciclostorica di Trento al via sabato 18 luglio.

La 10.a edizione de “La Leggendaria Charly Gaul” e la ciclo pedalata vintage internazionale avranno anche una grande ribalta mediatica grazie a Rai Sport e alla sede Rai di Trento, pronte a far vivere anche in tv tutte le emozioni del fine settimana. La ricca programmazione, prodotta dalla sede Rai di Trento con il coordinamento del direttore Sergio Pezzola, si apre domenica 12 luglio alle 9.40 con lo speciale “L’Attesa” in onda su Rai 3 Trentino-Alto Adige in cui verrà trasmessa la conferenza stampa show del 7 luglio scorso al Castello del Buonconsiglio assieme ad altri contribuiti filmati. Il piatto forte arriverà domenica 19 luglio quando la granfondo andrà in onda in diretta su Rai Sport 1 dalle 12.00 alle 14.00, ma non è finita qui visto che dalle 20.00 alle 22.00 il palinsesto di Rai Sport 2 propone lo studio post gara con i commenti dei protagonisti e dei tanti vip attesi sul Monte Bondone come i vari Jury Chechi, Antonio Rossi, Marino Basso, Franco Bitossi, Gilberto Simoni, Cristian Zorzi e, manco a dirlo, Francesco e Aldo Moser. A mezzanotte, infine, Rai Sport 1 trasmetterà la replica della diretta dando la possibilità a tutti i granfondisti di rivedere comodamente le proprie gesta sui due percorsi di gara da 57 e 141 km.

La gara di domenica 19 luglio sarà anche teatro di sfide fra i migliori granfondisti in circolazione, sia per quanto riguarda il mediofondo, sia nella gara lunga che propone la doppia scalata al Monte Bondone e un dislivello complessivo di 4000 metri. Luigi Salimbeni, fresco vincitore della Maratona dles Dolomites, dovrà vedersela con il vincitore dell’edizione 2013 de “La Leggendaria Charly Gaul” Roberto Cunico, ma saranno della partita anche i vari Enrico Zen, Alessandro Bertuola, Stefano Cecchini, Hubert Krys, protagonisti in tutti i principali appuntamenti del 2015. Per quanto riguarda il mediofondo, invece, i nomi da seguire saranno quelli di Daniele Bergamo, primo lo scorso anno sul Monte Bondone, Andrea Pontalto e Antonio Camozzi fra gli altri. Starting list di spessore anche nella prova femminile con Astrid Schartmüller, Marina Ilmer, Manuela Sonzogni ed Emma Delbono, vincitrice di ben tre delle cinque tappe del circuito Alé Challenge di cui “La Leggendaria Charly Gaul” è settima frazione.

Lo spettacolo, quindi, sarà assicurato e per chi vuole godersi un grande week end di ciclismo fra Trento, il Monte Bondone e la Valle dei Laghi il tempo stringe. Domenica 12 luglio, infatti, è l’ultimo giorno utile per iscriversi a granfondo, cronometro e “La Moserissima”: tutte le informazioni del caso si possono trovare su www.laleggendariacharlygaul.it e www.lamoserissima.it, mentre per rimanere costantemente aggiornati sui due eventi basta un like alle pagine Facebook de “La Leggendaria Charly Gaul” e “La Moserissima”.