Il Museo di Capodimonte: la più importante pinacoteca del sud-Italia

A Napoli e precisamente nel suggestivo Bosco di Capodimonte, il più grande parco pubblico della città partenopea, si trova un interessante e storica struttura museale, il Museo nazionale di Capodimonte, il quale è considerato, da esperti e non, come il più importante dell’intero sud-Italia. Circondato da una lussureggiante natura, il museo viene visitato ogni anno da un gran numero di curiosi attirati dalle sue pregevoli opere d’arte, che coprono un arco temporale che va dal Trecento fino al periodo contemporaneo. La soluzione migliore per scoprire il meraviglioso patrimonio artistico della pinacoteca è alloggiare in uno dei confortevoli ed economici bed and breakfast a Napoli.

Considerato uno dei più affascinanti musei d’Italia, il Museo di Capodimonte trae origine dalla preziosa collezione dei Farnese, una delle famiglie più importanti del Rinascimento italiano. Di particolare interesse e soprattutto molto piacevole da visitare, la struttura presenta uno straordinario percorso museale composto da oltre 150 sale suddivise in tre livelli, dove i visitatori possono ammirare non solo dipinti ma anche bronzi, sculture, arazzi, disegni e stampe. Nel museo si trovano opere d’arte realizzate da alcuni dei più grandi artisti della storia dell’arte, tra i quali si segnalano: Andrea Mantegna, Dosso Dossi, Giorgio Vasari, Guido Reni, Masaccio, Masolino da Panicale, Parmigianino e Pieter Bruegel il Vecchio, solo per citarne alcuni. Fiore all’occhiello della città, il museo a partire dal 1995 ha assunto l’attuale configurazione che, anche attraverso l‘allestimento, valorizza la storia stessa del museo. Tra le opere esposte nel museo risaltano: la “Flagellazione di Cristo” di Caravaggio, la “Madonna con Bambino e due angeli” di Botticelli e la “Maddalena assunta in cielo” di Giovanni Lanfranco e Guido Reni.

Per chi ama l’arte e si trova a Napoli, questo museo rappresenta una straordinaria occasione per scoprire ed ammirare meravigliosi capolavori realizzati dai più grandi artisti della storia dell’arte.

Leave a Reply