I Bitcoin Hanno Successo Quando Le Valute Tradizionali Falliscono

Nel mondo del trading online, ci sono state molte discussioni riguardanti le valute tradizionali e le criptovalute come i Bitcoin. La maggior parte dei trader affronta un dilemma quando sceglie tra le due, e finisce spesso per prendere decisioni sbagliate. Mentre entrambe hanno i loro vantaggi per fare trading e transazioni, i bitcoin hanno un pronunciato vantaggio rispetto alle valute tradizionali.

Le valute tradizionali sono ciascuna valuta nazionale dichiarata legale da un governo nazionale. Intrinsecamente, sono soldi privi di valore che vengono accettati legalmente per le gare d’appalto dei governi nazionali per usi economici interni. I Bitcoin, una delle più grandi criptovalute sul mercato, hanno svariati vantaggi per l’utilizzo come valuta, come viene spiegato nei punti seguenti.

  • Decentralizzati: Prima dell’introduzione dei Bitcoin, non c’era alcun sistema finanziario che non fosse governato da una banca o da un governo. Tutto ciò è cambiato con l’arrivo del network decentralizzato di Bitcoin, che ha dato potere agli utenti come mai prima d’ora. I Bitcoin lavorano su una base peer to peer. Questo significa che non vengono intaccati da condizioni finanziarie, come la diminuzione del tasso economico di una nazione o quando c’è una crescita di inflazione in una particolare economia. Gli investitori preferiscono i Bitcoin alle valute tradizionali a causa della indipendenza che offrono.
  • Effetti sull’Inflazione: Le valute tradizionali, come il Dollaro o il Pound, risentono degli effetti negativi dell’inflazione, spesso diminuendo in valore abbastanza drasticamente. Questo pone un problema per i trader di valute che si affidano alle fluttuazioni a breve termine per le loro opportunità di trading. D’altra parte, i Bitcoin, come molte altre criptovalute, è deflazionistica. Un ammontare definito di Bitcoin è in circolazione nel mondo virtuale, e 12.5 Bitcoin vengono aggiunti in circolazione ogni 10 minuti. Il massimo ammontare predefinito è impostato ad appena sotto i 21 milioni. Questo ha immense implicazioni sul valore del Bitcoin, visto che reagisce semplicemente all’economia di richiesta/domanda. Questo rende semplice essere uno speculatore o investitore in Bitcoin.
  • Facilità di trasferimento: Quando si tratta di fare transazioni o semplicemente di muovere un’unità di una valuta tradizionale da un posto all’altro, sono coinvolti molti intermediari e terze parti. Per esempio, molti strati di domande da più livelli di management delle banche rendono questo compito dispendioso di tempo e scomodo. Al contrario, il trasferimento di Bitcoin sul network blockchain può avvenire da un indirizzo ad un altro in pochi secondi. L’intero processo viene eseguito senza grandi controlli di identità da più fronti.
  • Tasse di transazione: Effettuare transazioni o bonifici utilizzando valute tradizionali di qualsiasi tipo è sempre soggetto alle tasse di transazione di una banca. Queste tasse sono genericamente una percentuale dell’intero importo della transazione, che può anche essere abbastanza alto a seconda della banca. Utilizzare convertitori di terze parti come Western Union è, in alcuni casi, ancora più dispendioso.  I Bitcoin, d’altra parte, sono soggetti a tasse di servizio marginali, solitamente di circa 0.004 BTC. Nella visuale generale delle cose, queste tasse sono significativamente minori rispetto a quelle bancarie o di transazione.

I punti qui sopra evidenziano tutti come il Bitcoin venga preferito rispetto all’utilizzo delle valute tradizionali da un crescente numero di trader ed investitori.