Granita siciliana, ecco dove mangiarla a Catania

Granita siciliana, ecco dove mangiarla a Catania

Un viaggio fra tradizioni e sapori quello che ci attende a Catania, la bella città adagiata ai piedi dell’Etna, un luogo dove acqua e fuoco si incrociano, in una terra dove fare turismo è quasi un privilegio, un vanto di cultura e natura ammantato di sicilianità che fa bene al cuore. E, proprio parlando di “cose buone”, discorrendo su Catania non potevamo non ricordare la famosa granita siciliana, sicuramente uno dei prodotti tipici più deliziosi dell’intera isola.

Sulla granita siciliana se ne sono dette e se ne dicono di ogni: tutte le città pretendono di avere un primato indiscusso di tradizione e di bontà, ma è probabilmente proprio sulla costa orientale, e quindi anche a Catania, che si possono assaggiare le migliori granite siciliane, o quanto meno quelle più vicine alla ricetta tradizionale.

Un po’ di storia

Le origini della granita siciliana si fanno risalire alla dominazione araba in Sicilia, quando gli invasori portarono con sé la ricetta dello sherbet, una bevanda ghiacciata aromatizzata con acqua di rose oppure con succhi di frutta, che i Turchi usavano bere sopratutto d’estate per dissetarsi senza rinunciare al gusto dolce della frutta.

Nel tempo, anche i Siciliani adottarono questa ricetta, così lo sherbet divenne la granita siciliana, realizzata con la neve che d’inverno veniva raccolta sull’Etna e sui monti principali dell’isola e stivata nel periodo estivo all’interno delle “nivieri”, costruzioni in pietra realizzata al di sopra di grotte naturali e/o artificiali. Il ghiaccio così formatosi all’interno delle niviere veniva poi grattato ed aromatizzato con fiori oppure con sciroppa di frutta, anche se la predilezione per i prodotti locali andava a creare una granita che per sapore si allontanava da quella dello sherbet arabo.

Con il passare del tempo, il procedimento della realizzazione della granita siciliana venne modificato, pur lasciando intatto il gusto dolce e particolarissimo di questa bontà pasticcera.

La granita siciliana a Catania

Non ce ne vogliamo le altre città della Sicilia, ma in questo articolo parleremo esclusivamente dei locali catanesi dove è possibile mangiare un’ottima granita siciliana. Sia chiaro: i nostri sono solo suggerimenti, un itinerario alla scoperta del gusto, ma di certo si potranno avere pareri discordanti sulle nostre affermazioni. Così vi invitiamo, qualora voleste dire la vostra, a proporci il vostro personale itinerario e saremo ben lieti di pubblicarlo.

E quindi: dove mangiare una buona granita siciliana a Catania? Beh, i posti abbondano in città, dal bar al semplice carrettino che gira in piazza. A via Etnea, ad esempio, si può trovare un’ottima granita siciliana presso il Bar Savia oppure al Bar Mantegna. Buona anche la granita siciliana del Bar Spinella, del Bar Etoile d’Or e da Scardaci.

Se invece volete mangiare la vostra granita siciliana all’ombra del duomo, allora non potete non assaggiare quella del Bar Prestipino e del Bar Duomo. In Corso Sicilia da non perdere è una “fermata” presso il Bar Puccini e il Bar Kennedy. Sicuramente caratteristico è anche il carrettino che staziona in Piazza Stesicoro, dove si potrà assaggiare, anche qui, un’ottima granita siciliana.

Poi, per quanto riguarda i gusti, non avete che l’imbarazzo della scelta: gelso, mandorla, pistacchio di Bronte (eccezionale!), limone, cannella, eccetera. Enjoy!

Leave a Reply