Gli impianti termali più belli d’Italia

Trascorrere un week end alle terme è perfetto per rilassarsi e staccare dalla frenesia della vita quotidiana. Soprattutto in inverno, quando le ferie estive sono ormai un ricordo pallido e alle prossime ferie d’agosto manca ancora molto tempo, organizzare due giorni alle terme può essere l’ideale per ritrovare il benessere e anche per prevenire le influenze e gli altri disturbi in arrivo con il freddo. Le terme, infatti, non sono solo una terapia di bellezza, ma aiutano il corpo a fortificarsi, disintossicarsi  e a guarire in modo naturale (cioè senza l’impiego di farmaci) da alcuni malanni, tanto che esistono impianti termali che offrono addirittura trattamenti convenzionati con il sistema sanitario nazionale o che vengono rimborsati dalle assicurazioni mediche.

Conoscere questi impianti termali è essenziale per farsi venire nuove idee su dove passare il prossimo week end di svago e relax. Inoltre, se una volta tornati a casa avrete ancora voglia di relax, nessun problema, perché per far durare più a lungo gli effetti benefici delle terme basta concedersi di tanto in tanto una giornata al centro benessere. Per fortuna, oggi l’offerta di centri benessere è abbastanza ampia da soddisfare ogni esigenza, e anche chi non vive in zone centrali non avrà alcuna difficoltà a trovare una struttura vicino casa. A Roma, ad esempio, nel quartiere dell’infernetto troverete un centro benessere che vi offrirà i migliori trattamenti per ritrovare salute, forma e bellezza.

Vediamo ora alcuni degli impianti termali più belli d’Italia. Il primo è certamente quello di Saturnia, al confine tra Lazio e Toscana. Le terme di Saturnia sono di origine vulcanica e sgorgano tutto l’anno a 37 gradi. Hanno moltissime proprietà terapeutiche e sono indicate nella cura dell’acne, delle micosi, delle dermatiti, dei disturbi respiratori più diffusi come la bronchite o la rinite cronica, delle artrosi e dei reumatismi, di alcuni disturbi all’apparato digerente e all’apparato vascolare. Sul luogo sono presenti sia le terme aperte al pubblico, con delle splendide vasche naturali immerse nel verde della Maremma, sia un impianto termale privato che eroga trattamenti estetici o terapeutici.

Sirmione, sul lago di Garda, è un luogo magico dove unire in un’unica vacanza relax e divertimento. L’acqua delle terme di Sirmione nasce in montagna e scende sotto il livello del mare per poi riaffiorare a una temperatura di quasi settanta gradi. Le acque termali curano le affezioni cardiovascolari, i problemi alle vie respiratorie, i reumatismi e i problemi dermatologici.

Nella Valtellina, in provincia di Sondrio, sorge Bormio, un’altra antica stazione termale in cui sfociano le acque della sorgente Cinglaccia, con una temperatura compresa tra 37 e 40 gradi. L’acqua di Bormio è di tipo alcalino, solfato, terroso, bicarbonato e a media radioemanazione. È famosa per le proprietà curative, antinfiammatorie e rilassanti, e se l’acqua non dovesse bastare, ci penserebbe di sicuro la piscina con vista sulle Alpi a completare l’opera! L’impianto termale di Bormio comprende due strutture: i bagni Vecchi e i Bagni Nuovi.

Per fortuna, viviamo in un Paese in cui le bellezze paesaggistiche e le opzioni per un week end di relax e natura non mancano. Scegliete il luogo che fa per voi e staccate la spina per recuperare tutte le vostre energie!