GF AVESANI LUCA DOMENICA PRONTA A FARE FAVILLE, LA FESTA DEL CICLISMO VA IN SCENA A VERONA

Il 1° maggio GranFondo Avesani Luca a Verona

Alla partenza con il pettorale numero 1 anche il sindaco Flavio Tosi

Percorsi “classico” di 90 km e “superiore” di 120 km in onore dei vini della Valpolicella (VR)

Ad animare l’evento ci saranno anche i musicisti della Marching Stomp Band

 

 

La città di Verona è finalmente pronta ad ospitare la GranFondo Avesani Luca di domenica 1° maggio con tutti gli onori del caso, la giornata dei lavoratori vedrà protagonisti i cicloamatori proprio nella città che tanto ha dato al mondo del ciclismo. La GranFondo Avesani Luca è un evento dalle molteplici peculiarità, capace di ‘insediarsi’ sinuosamente in territorio veronese toccando i punti più ricchi della città scaligera, sia dal punto di vista sportivo che culturale.

L’iniziativa, orchestrata da Asd Giomas in collaborazione con Asd Avesani Bike, vedrà alla partenza con il caratteristico pettorale numero 1 anche il sindaco di Verona Flavio Tosi, nel segno della vicinanza delle istituzioni locali verso gli appassionati del pedale e la manifestazione del Pastificio Avesani dedicata alla memoria di Luca Avesani, anch’egli amante delle due ruote. La segnaletica dei percorsi di gara è già stata debitamente posizionata, ad esclusione dei primi 10 chilometri del tratto cittadino, completati in prossimità dell’evento.

L’“abbinamento perfetto” sarà costituito da un itinerario ‘classico’ ed un ‘superiore’, in onore dei vini della Valpolicella, zona coinvolta dal passaggio della GranFondo Avesani Luca. Il primo sarà composto da 90 km e 1600 metri di dislivello, mentre il secondo da 120 km e 2400 metri di dislivello; entrambi partiranno da Piazza Brà, ovvero l’“agorà” che si rispecchia nell’anfiteatro romano dell’Arena di Verona, dopodiché ci si infilerà diretti verso uno dei luoghi più suggestivi del palcoscenico scaligero, la salita “delle Torricelle”, una fascia collinare che svetta sulla città di Romeo e Giulietta lungo svariati versanti e che propone alcune fra le più imponenti attrazioni della zona, come Castel San Pietro, uno dei luoghi più romantici, o Madonna di Lourdes, spettacolare santuario con vista panoramica. Una salita che inizia dall’antica Porta Vescovo e sale inizialmente con pendenza moderata, facendosi in seguito più aggressiva, con punte massime del 9% in corrispondenza del secondo tornante. Un bosco non troppo fitto ed un rettilineo di circa un chilometro caratterizzeranno il proseguo, mentre l’ultimo tratto oscillerà fra una pendenza del 7 e nuovamente del 9%, completando tutti i 4.5 km di salita, con la difficoltà dei cicloamatori ad essere concentrata nell’irregolarità dell’ascesa piuttosto che nella lunghezza. La salita “delle Torricelle” fu inoltre teatro di prestigiose sfide mondiali e combattute tappe del Giro d’Italia.

Dopo quest’amarcord ciclistico, i concorrenti scenderanno verso Borgo Trento e, dopo aver percorso qualche chilometro in pianura, s’inerpicheranno nuovamente con una nuova erta, la salita “della Cola”, che costituirà anche il tratto cronometrato della GranFondo Avesani Luca. Siamo diretti nel cuore della Valpolicella, passato Negrar e le frazioni limitrofe gli atleti si porteranno a Sant’Anna d’Alfaedo, nella zona nord-ovest di Verona, un territorio ‘preistorico’ ove sono presenti una serie di testimonianze fossili risalenti persino al periodo del Giurassico. Vengono tutt’oggi recuperati resti di vertebrati marini comprendenti squali fino a sei metri, razze, tartarughe e mosasauri.

Una serie di “mangia e bevi” manterrà i cicloamatori a quota 1000 metri per 15 km, prima di lasciarsi agilmente scivolare nella lunga discesa verso la Valpantena e la città di Verona, preludio del traguardo situato in Piazza Brà, d’innanzi all’Arena scaligera. “Classico” e “Superiore” coincideranno per 70 km, fino a quando quest’ultimo devierà a destra verso la salita conosciuta come “basa denoci” in dialetto locale, risalendo in direzione Ceredo e Ronconi, zona off-limits in cui il tracciato s’intersecherà con il tratto percorso nel primo passaggio, proseguendo in direzione Erbezzo e terminando anch’esso il proprio cammino verso la gloria al cospetto dell’Arena.

La colonna sonora della GranFondo Avesani Luca verrà eseguita dai giovani della Marching Stomp Band, una banda marciante che utilizza principalmente percussioni e strumenti “alternativi”, creando ritmicamente scene e coreografie, un soave passo cadenzato in musica che illuminerà ancor di più la giornata della GranFondo Avesani Luca.

Info: www.granfondoavesaniluca.com