Cosa vedere a Palermo: luoghi e curiosità che non trovate nelle guide ufficiali

Palermo è una città ricca di monumenti: molti sono sotto gli occhi di tutti, altri invece sono nascosti talmente bene che, in alcuni casi, è necessario scendere sotto terra. La Palermo nascosta si rivela solo all’occhio attento del turista curioso.

Per un tour alla scoperta dei segreti di Palermo non dovete pensare di spostarvi in periferia o chissà dove. Basta scegliere una struttura turistica, che sia un hotel o un b&b nei pressi del centro città e da lì partire per visitare la Palermo nascosta. I bed and breakfast a Palermo sono tanti e per ogni tasca: controllate nei migliori portali turistici e cercate quello fatto apposta per le vostre esigenze.

Le cose da fare e da vedere a Palermo, anche quelle nascoste o le più curiose sono davvero tante. Ne abbiamo selezionate alcune. Le altre sta a voi scoprirle!

5 luoghi insoliti da vedere a Palermo

  1. Il fiume Kemonia
    Basta attraversare una stradina della centralissima via Maqueda per scoprire che da lì passava un antico fiume: il Kemonia. Il Kemonia era un fiume impetuoso e violento, che spesso inondava il territorio circostante. Per questo motivo fu interrato nel XIV secolo. Il suo letto interrato è ora una strada e un cartello ci indica dove c’era un ponte per attraversarlo.
  1. Scendere ai Qanat
    I Qanat sono gli antichi acquedotti del periodo arabo, scavati circa 14 metri sottoterra che servivano a convogliare le acque dalla fonte principale alla città. Ci si sente dei veri speleologi. Per info contattate la cooperativa Sottosopra.
  1. Trovare la casa di Cagliostro
    Matteo Balsamo, conte di Cagliostro, è nato a Palermo e Ballarò lo avrà di sicuro visto correre a piedi scalzi tra le sue viuzze. Magari dopo aver combinato qualche marachella…
  1. Contare le statue del Genio di Palermo disseminate in città
    Il Genio di Palermo è il simbolo della città. È un re con il volto barbuto e il corpo da giovane, una corona ducale e un serpente in grembo che sembra voglia mordergli il petto. In tutta la città ci sono sette sculture, due dipinti e un mosaico che lo ritraggono. Dove sono? Scopritelo!
  1. Percorrere il sentiero di Monte Pellegrino
    È il monte sacro dei palermitani, sia di quelli che vi si recano per omaggiare Santa Rosalia sia di quelli che “schiticchiano” (i picnic siculi) le domeniche estive. Questo monte, noto per essere un poco ostile, offre degli scorci mozzafiato.

 

5 cose che potreste vedere a Palermo

  1. Paniere calato dall’alto
    Potrà capitare di vedere un cesto in vimini scendere e salire da balconi e finestre. È così che alcune donne sono solite acquistare un po’ di frutta e verdura dall’ambulante del quartiere.
  1. Lasciare libero lo scarrozzo
    Sulle saracinesche di garage e negozi potrete leggere questo avviso che segnala il divieto di posteggiare là davanti la vostra automobile.
  1. Il pane venduto nei cofani delle macchine la domenica
    Si tratta di pane casareccio o di paese, venduto dagli ambulanti di zona.
  1. Il ragazzo della riffa
    che passa con il pesce o la carne e i bigliettini per l’estrazione finale…
  1. L’arrotino e l’ombrellaio
    Una voce registrata, quasi una cantilena, segnala l’arrivo dell’arrotino: un artigiano specializzato nell’affilare lame e coltelli e nel riparare ombrelli, passa di zona in zona offrendo il suo servizio a domicilio.

 

E voi quali luoghi o curiosità su Palermo consigliate?

Leave a Reply