Come muoversi a Parigi senza perdersi

Parigi è una città dai grandi numeri: è la capitale più visitata in Europa, qui si viene per turismo, ma anche per affari o più semplicemente a vivere.

Le dimensioni dell’area urbana sono davvero impressionanti, ma una rete di trasporti altamente efficiente permette di spostarsi agevolmente anche al turista che viene per la prima volta. Ci sono comunque alcune cose che è bene sapere, fin da prima di partire.

Parigi è suddivisa in 7 zone concentriche che determinano le tariffe dei mezzi pubblici: la zona 1 è il centro e insieme alla 2 comprende quasi tutti i quartieri più visitati dai turisti. Le altre zone sono di interesse se volete arrivare a Versailles, a Disneyland, o agli aeroporti cittadini di Charles de Gaulle ed Orly.

Nell’area urbana ci si muove con l’efficientissima metropolitana (ben 14 linee!), mentre tra i quartieri periferici ed il centro ci si muove con la RER, una via di mezzo tra il classico treno e la metro. In città la RER viaggia nel sottosuolo come la metropolitana, ma ha un minore numero di fermate ed è quindi più veloce. Se una certa zona è raggiungibile sia in metro che in RER, potete prendere indistintamente l’una o l’altra, il biglietto è lo stesso!

Per il turista ci sono anche altri mezzi di trasporto a Parigi: i bus turistici a due piani, con percorsi ad anello e ovviamente i battelli. Oltre ai classici “Bateaux Mouches“, è presente anche un servizio pubblico di battelli con varie fermate, proprio come i vaporetti a Venezia!

Ovviamente non mancano taxi e altri mezzi, tra cui la tipica funicolare a Montmartre, ma uno solo è il modo migliore per spostarsi velocemente a Parigi: metro. Chiudiamo la rassegna parlando del mezzo invece più lento ma divertente: il Velib. Si tratta di bici a noleggio con centinaia di stazioni di prelievo e consegna sparse per la città. Sono un po’ pesanti ma ormai caratteristiche, ed il servizio costa pochissimo!