Alla scoperta della Carnival Cruise Line e la sua storia

La Carnival Cruise Line è una compagnia di crociera fondata nel 1972: dalla sua prima nave, chiamata Mardi Gras – martedì grasso e quindi martedì di Carnevale, appunto – è iniziato un lungo cammino che l’ha portata ad essere oggi una delle compagnie di crociera più attive a livello mondiale.
Chissà se il fondatore, Ted Arison, aveva in mente il successo a cui sarebbe andata incontro la compagnia nell’arco degli anni. La Carnival è entrata nel settore delle crociere con l’idea di cambiamento ed il nome deriva proprio dall’intento di togliere a questo tipo di viaggio quel “serioso” che lo caratterizzava un tempo. La speranza era di coinvolgere la gioventù e di inserire il divertimento, da qui il concetto di “Fun Ships”. Una nuova nave viene ad affiancare nei suoi viaggi la Mardi Gras: è il 1982 e la Carnival Cruise Line presenta la sua Carnival Tropicale (oggi Ocean Dream, sotto la bandiera Pullmantur). Ma la vera, prima nave per croceristi della compagnia arriverà solo due anni dopo quando fa la sua apparizione la Carnival Destiny, con le sue più di 100.000 tonnellate: sulla sua scia nasceranno via via le varie navi, con in comune la focalizzazione sulla leggenda e la grande immaginazione nell’arredamento e nel design. Possono salpare a cuor leggero a bordo delle navi Carnival tutte le famiglie, i single e le coppie, perché l’atmosfera delle stesse è colorata ed esaltante, con molte attività fisiche, giochi sportivi, ma anche partite a carte o discoteca. In effetti, questa compagnia rappresenta l’ideale per un viaggio in crociera in famiglia con bambini, grazie alle attività dedicate ai piccoli e piccolissimi per tutto il giorno, e anche grazie all’assistenza professionale di bordo. Famoso il Camp Carnival, dove i bambini non possono annoiarsi nemmeno un minuto.
A capo della compagnia si piazza oggi il figlio del suo fondatore Ted Arisons, Mickey Arison, e la flotta è composta da più di venti navi, attive sui mari del mondo intero.