Alla scoperta dei Monti Prenestini

A sud-Est di Roma, esiste un’area pressoché sconosciuta al grande turismo di massa: è la zona dei Monti Prenestini, un territorio collinare dove regna incontrastato il verde dei boschi di quercia, castagno, carpino e conifere e la cui vetta più alta arriva a poco più di 1200 metri (il monte Guadagnolo).

AL CENTRO DEL MONDO!

La zona soffre a livello turistico della vicinanza di Roma e dei Castelli Romani, ma in realtà sarebbe la base ideale per il turista itinerante che voglia programmare la sua vacanza nel Lazio del Sud. Infatti i Monti Prenestini sono al centro di un territorio da cui si raggiungono facilmente tutte le mete più famose tutte più o meno equidistanti: Roma, i Castelli Romani, Tivoli, Subiaco e la Ciociaria.

COSA FARE SUI MONTI PRENESTINI?

I Monti Prenestini offrono talmente tante cose che non è facile elencarle tutte e far capire il loro valore. Noi ci proveremo.

BORGHI ANTICHI: Meritano attenzione e una visita fatta con calma i numerosi paesini che popolano queste verdi colline. Noi citiamo Genazzano (proprio Genazzano e non Genzano) una vera e propria “bomboniera”  medievale, il cui borgo è rimasto lo stesso da secoli, con vicoli e piazze ben tenuti, il maestoso Castello appartenuto alla famiglia dei nobili patrizi romani chiamati Colonna ed un ninfeo di scuola bramantesca. Genazzano diede i natali a Brancaleone ed ogni anno in Agosto si svolge la rievocazione storica della disfida di Barletta a cui il celebre personaggio prese parte. Genazzano è entrata a far parte nel 2012 del Guinnes dei Primati per l’infiorata (processione che passa su un tappeto di composizioni floreali)  più grande del mondo.

A Palestrina invece, tra le tante cose, si può ammirare il Tempio della Dea Fortuna, un capolavoro pervenutoci dagli antichi romani ed il Museo Archeologico il cui “pezzo” più famoso e visitato è il Mosaico del Nilo, un capolavoro dell’ 80 a.C. largo quasi sei metri e alto poco più di quattro. Palestrina diede i natali a Giovanni Pierluigi da Palestrina, detto anche il Principe della Musica di cui è possibile visitare la casa. In Agosto si svolge il celeberrimo “Palio di Sant’Agapito” in costumi d’epoca, dove le contrade si sfidano in gare di abilità con l’arco, a cavallo con la “giostra della scifa”, in un incontro di calcio medievale e tante altre discipline di origini antiche.

Una menzione merita anche Olevano Romano, paese di pittori e poeti. Qui nell’800 affluivano i maggiori pittori europei per esercitarsi nel ritratto paesaggistico in quanto era opinione comune ed affermata che la luce dei paesaggi olevanesi fosse unica al mondo. Olevano è un paese di squisita fattura medievale e le sue terre producono ottimo Vino Cesanese DOC e Olio di altissima qualità. E’ possibile gustare queste specialità nelle varie cantine presenti sul suo territorio. Ad Agosto (la date variano di anno in anno) Olevano Romano torna indietro nel tempo fino al medioevo. Le strade offrono scene di vita quotidiana con persone in costume che svolgono le attività di un tempo. Non mancano il palio e sfilate in costume storico. La manifestazione si chiama DIES IN CASTRO OLIBANI.

Segnaliamo altri paesi che offrono spunti turistici interessantissimi ma che per ragioni di spazio ci limitiamo solo ad elencare. magari prossimamente scriveremo un articolo anche su questi: Zagarolo (Vino DOC, Museo del Giocattolo e Sagra del Tordo Matto). Cave (museo Lorenzo Ferri e presepe monumentale dell’artista stesso con statue alte più di 4 metri). Guadagnolo (comune abitato più alto d’Italia, sentieri natura e parete di roccia per scalatori a mani nude). Castel San Pietro Romano (paesino di montagna dove fu girato il celebre film Pane Amore e Fantasia e dove è ancora possibile vedere la casa della protagonista. Numerosi sentieri natura e di Archeotrekking). Gallicano nel Lazio (dove vi è la via degli acquedotti romani visitabile a piedi attraverso un bellissimo sentiero natura).

L’elenco sarebbe molto più lungo e dettagliato. il consiglio è venire e scoprire.

Menzioniamo a parte Valmontone per gli amanti dei Parchi Gioco a tema. Valmontone ospita il parco dei divertimenti Rainbow Magicland. Si estende su una superficie di 600.000 mq. ed è attualmente il parco a tema più grande del mondo. Qui, per la gioia di grandi e piccini vi divertirete in mezzo ad attrazioni e spettacoli di magia. Le fatine winx vi attendono da Aprile a Novembre.

LA RICETTIVITA’ ALBERGHIERA DEI MONTI PRENESTINI

Sono appena un paio di anni che i Monti Prenestini hanno iniziato a vedere un flusso discretamente sostanzioso di turisti e questo ha portato alla nascita di strutture ricettive per soddisfare la domanda che si sta creando.

Sono nati portali locali appositi dove poter scegliere e prenotare le camere. I portali locali sono a mio avviso più affidabili rispetto a quelli internazionali in quanto le  strutture che ne fanno parte conoscono bene il territorio e possono offrire tutta una serie di servizi ad hoc e preziosi consigli per muoversi sul territorio, su dove andare a mangiare e bere, cosa fare e cosa visitare.

Una delle soluzioni più adatte per visitare questa zona in libertà è la formula “bed & breakfast”. Per esperienza mia e di amici, potete trovare alcune delle migliori strutture della zona sul portale B&B Valmontone Magicvalmontone.it

Se siete stanchi dei soliti itinerari turistici o se volete avere una base da cui Roma, Tivoli, i Castelli Romani e la Ciociaria siano ugualmente e facilmente raggiungibili, alloggiare e  scoprire la zona dei Monti Prenestini è quello che fa per voi.

 

Leave a Reply