ACSI E US CASAZZA “CAMPIONI” PER UNA ONLUS, 120 EX PROFESSIONISTI SOLIDALI CON L’INIZIATIVA

A Casazza (BG) l’evento benefico “Pedalando coi Campioni”

120 ex professionisti presenti alla manifestazione

3000 euro raccolti in favore della Onlus “Associazione Terre d’Europa”

10.a edizione del Trofeo al “Diablo” Chiappucci

 

 

L’evento di solidarietà “Pedalando coi Campioni” di domenica 11 ottobre ha regalato una giornata di festa e un’atmosfera gioiosa di sport e beneficenza, grazie anche e soprattutto ai 120 ex professionisti che hanno voluto presenziare, permettendo agli organizzatori di raccogliere 3000 euro da donare interamente all’Associazione Terre d’Europa, una Onlus che si occupa di seguire il doposcuola dei ragazzi con disturbi specifici di apprendimento.

Questo nobile fine fa passare in secondo piano qualsiasi intento agonistico, ma la cronosquadre intorno al Lago di Endine ha dimostrato ad amatori ed ex campioni che “El Diablo” possiede ancora buona gamba, andando a conquistarsi la decima edizione. Claudio Chiappucci assieme agli amatori Luca Magagnin, Romano Ambrogio e Stefano Sala ha preceduto di 5’’ i vincitori dell’edizione 2014, e di 41’’ Ettore Badolato in compagnia di Paolo Togni, Andrea Togni e Wlady May. Un altro quartetto degno di nota salito in sella alla bici è stato quello composto da Gianni Bugno, ultimo a mantenere la maglia rosa dalla prima all’ultima tappa del Giro d’Italia ed ultimo ad esserci riuscito dal lontano 1990, un’impresa che compie 25 anni e che prima di Bugno vide riuscirci solamente Girardengo nel 1919, Binda nel 1927 e Merckx nel 1973. A completare la squadra di Bugno sono stati Algeri, Stanga ed Emiliano Borgna, responsabile del settore ciclismo di ACSI.

In una splendida giornata coronata dal sole e da un folto pubblico, il vincitore della Milano-Sanremo 1991 ha dato ulteriore lustro alla perla organizzativa dell’Unione Ciclistica Casazza. 120 campioni vi hanno presenziato, 108 sono saliti sulle due ruote come Felice Gimondi, Maria Canins e Giovanni Battaglin, mentre altri come il belga Roger De Vlaeminck, Gianfranco Ferretti e Bruno Wolfer hanno semplicemente onorato l’appuntamento con la loro presenza.

Una festa, quella per la decima edizione, cominciata la sera precedente con una cena di gala al Cristallo Palace di Bergamo, cui hanno partecipato 250 persone tra cui i grandi nomi dello sport e degli sponsor. E all’indomani tutti alla partenza della cronosquadre di 17 km attorno al Lago di Endine. Oltre ai sopraccitati erano presenti lo svedese Tommy Prim, due volte secondo al Giro, Silvano Contini che vinse la Liegi-Bastogne-Liegi nel 1982, Dino Zandegù vincitore di sei tappe al Giro d’Italia, e ancora Gibì Baronchelli, Gianni Motta, Paolo Savoldelli, Michele Dancelli, Dario Acquaroli e Pierino Gavazzi. Molte anche le presenze femminili con la vincitrice di un Giro Rosa Roberta Bonanomi, l’argento olimpico ad Atlanta ’96 Imelda Chiappa, Maria Luisa Seghezzi, Lorella Sacchetto e Chiara Teocchi. Tra gli amatori, da segnalare la partecipazione dei non vedenti Emanuele Persini, Annalisa Laurea e Angelo Zanotti, oltre a quella dell’ex allenatore dell’Atalanta Bortolo “Lino” Mutti e di una folta rappresentanza di giovani ciclisti.

Info: www.acsi.it/Ciclismo