A KAMNIK SCOPRITE VOLČJI POTOK, L’ARBORETO DELLE MERAVIGLIE

Donami all’alba profumato un giardino di fiori bellissimi dov’io possa camminare indisturbato, scrisse il grande Walt Whitman. E in effetti, a chi non piacerebbe bearsi di un’esperienza simile? Chi di noi, cittadini sempre meno avvezzi al contatto con la natura e abituati ai profumi artificiali di colonie e deodoranti (quando non al puzzo dei gas di scarico), non resta sbalordito sentendo all’improvviso la fragranza dei fiori sbocciati nei giardini in primavera?

I fiori hanno sempre occupato un luogo privilegiato nell’immaginario collettivo umano. Nella cultura occidentale, è risaputo, le rose rosse simboleggiano l’amore, le margherite la purezza, le campanule la gratitudine. E in giapponese, la parola Hanakotoba indica un’intera disciplina, un autentico linguaggio espresso attraverso i fiori. Non a caso quella dei giardini giapponesi è una vera e propria forma d’arte, tesa alla ricerca del piacere estetico attraverso la natura.

Insomma, è veramente difficile restare indifferenti allo spettacolo di un ciliegio in fiore, all’eleganza di un roseto in primavera, al profumo di un cespuglio di lavanda. E forse è anche per questo che l’Arboreto Volčji Potok di Kamnik è il giardino botanico più visitato della Slovenia. In fondo si tratta di ben 80 ettari di parco dove crescono oltre 2500 specie di piante, alberi e arbusti. Il luogo ideale da visitare, anche in famiglia con i bambini, per stare a contatto con la natura in un luogo magnifico e capace di ispirare grande serenità. E ad appena mezz’ora di macchina da Lubiana, la capitale slovena.

L’Arboreto segue i ritmi naturali delle stagioni ed è molto visitato in ogni periodo dell’anno, anche se è celebre soprattutto per le splendide fioriture primaverili di narcisi, tulipani e decine di altri tipi di fiori. Iscritto nel patrimonio culturale e naturale sloveno nel 1950, Volčji Potok è una meta d’eccezione per visitatori dal resto della Slovenia e dall’estero. Camminando lungo i suoi sentieri, circondati dalle armoniose creazioni di sapienti architetti del paesaggio, ci si sente subito rilassati, felici, grati per tutta la bellezza di cui è capace la natura.

I più piccoli hanno una zona tutta per loro dove correre, arrampicarsi e giocare mentre gli adulti possono godersi un po’ di relax sulle panchine vicine. Da maggio a settembre l’Arboreto realizza anche un fitto programma di workshop e laboratori pensati proprio per i bambini, che possono partecipare gratuitamente. E, soprattutto fra marzo e ottobre, si tengono eventi che sono ottime occasioni per visitare Volčji Potok e godersi la sua bellezza.

Qualche esempio? Aprile è il mese dei tulipani, giugno quello delle rose e agosto quello delle dalie, mentre ottobre, grazie alla magia dell’autunno, è il mese delle foglie colorate. Ma non è tutto: all’Arboreto si tengono anche numerose esposizioni. Fino al 23 settembre, ad esempio, si tiene la mostra sulle farfalle tropicali; tra il 16 giugno e il 23 settembre sarà allestita un’esposizione dedicata alle composizioni botaniche e floreali per i balconi; e tra il 22 settembre e il 14 ottobre sarà il turno dell’esibizione incentrata sulle zucche, in attesa del celebre Halloween.

In un viaggio alla scoperta dell’affascinante Kamnik, cittadina ricca di storia (e infatti Lovely Trips è fiera di promuoverla sul mercato italiano), l’Arboreto Volčji Potok è una tappa davvero imperdibile. E grazie al caffè nel Giardino d’Estate, è anche un posto fantastico per godersi una bibita rinfrescante e qualcosa di dolce immersi nella natura, e in un’atmosfera piacevole e rilassata.

Apre tutti i giorni, gli orari di chiusura dipendono dalla stagione e, avvisando con due settimane di anticipo, si possono organizzare dei fantastici tour organizzati attraverso l’Arboreto, per imparare tanto sulla natura beandosi delle sue bellezze.