5 cose da fare e vedere ad Ascoli Piceno

Le marche sono una delle regioni centrali dell’Italia più belle da visitare, sono un misto di mare, montagna, cultura e tradizione, racchiusi in una regione che forse neanche riesce ad esprimere al meglio le vere caratteristiche del luogo.
Le città principali non sono poi così tante all’interno delle Marche, ma sicuramente dopo la città capoluogo di Ancona, che ospita anche uno dei porti più importanti italiani, c’è senza dubbio da citare Ascoli Piceno, una città carica di storia e cultura tutta da scoprire.
In questo articolo vogliamo provar ad illustrare qualche dettaglio in più proprio di questa città, cose che non tutti sanno e conoscono, e che possono esser considerate nel caso di un viaggio ad Ascoli.

  1. La fantastica piazza del popolo

Se con il nome di piazza del popolo la prima piazza che viene in mente potrebbe essere quella più famosa di Roma, in realtà Ascoli Piceno dispone di un luogo denominata nello stesso modo, e di una bellezza indiscutibile. Stiamo parlando della piazza principale della città, luogo che già solamente a colpo d’occhio sembra unico per il suo stile, una perfetta simmetria in ogni aspetto e tante strutture importanti come i palazzi rinascimentali (nei quali si può accedere), le mura della chiesa di san francesco, i portici ed alcuni negozi come lo storico bar caffè vintage al di sotto del porticato.

  1. I 2 tempi di Sant’Emidio

Ascoli ha vari luoghi disposti nella città che sono storicamente legati al santo di Ascoli, ma in particolare ne esistono due un po’ più dispersi e sconosciuti dai turisti, ovvero il tempio di Sant’Emidio ed il tempio di Sant’Emidio Rosso. Nel primo leggenda vuole che il Santo arrivo da solo, dopo esser stato decapitato, portando in mano la sua testa, per poter esser seppellito in un luogo sacro. Nel secondo invece si dice che sia proprio il luogo in cui venne decapitato.

  1. Assaggiare le vere olive ascolane

Se c’è una cosa che di sicuro non potete evitarvi una volta arrivati ad Ascoli, si tratta proprio di assaggiare le famigerate olive ascolane! Piatto tipico per eccellenza di Ascoli Piceno! Non è poi così difficile individuare dove provarle, in tutta la città praticamente ogni bar/ristorante e friggitoria vi proporrà le sue! La cosa particolare del posto è che c’è una sorta di sfida nascosta tra i vari commercianti, in quanto la ricetta non è sempre la stessa, ognuno propone il proprio ripieno più o meno gustosto degli altri. Se amate questa pietanza non vi stancherete di assaggiarne i diversi tipi proposti in ogni locale!

  1. Pinacoteca civica di Ascoli

Per chi ama la cultura c’è da segnalare uno dei luoghi in cui recarsi ad Ascoli, ovvero la Pinacoteca civica, un luogo in cui sono presente diverse opere più e meno antiche, ma pensate che quelle più vecchie risalgono perfino al 1400, tra cui qualche quadro del celebre pittore veneziano Carlo Crivelli, del quale le ultime opere rimaste in Italia, si possono trovare tutte quante qui nella Pinacoteca ascolana.

  1. La tradizione della Quintana

Se la vostra visita di Ascoli è prevista per il periodo estivo, allora avete ben due mesi a vostro favore per scegliere la data durante un evento particolare ed affascinante che richiama la storia di Ascoli fin dai tempi del medioevo, stiamo parlando della Quintana, una rievocazione medievale che va in scena due volte all’anno, una volta nel mese di Luglio ed una in quello di Agosto. Un vero e proprio spettacolo a cui assistere e divertirsi, decisamente da non perdere!

 

Insomma, come avete capito, ascoli seppur non viene sempre considerata come dovrebbe, vi regalerà tante emozioni, cultura e divertimento, passando anche per l’aspetto gastronomico da non sottovalutare!
Prendetevi un weekend o magari anche solamente un giorno per visitare la città di Ascoli Pisceno, vedrete che non vi pentirete della scelta e resterete meravigliati da ciò che vi aspetterà li.